mercoledì 15 gennaio 2014

c'era una volta... storiella con insegnamento finale

c'era una volta una scuola in cui si trovavano - tra le tante - due persone che frequentavano anni diversi. 
la più grande si divertiva a prendere in giro e sbeffeggiare la più giovane...
...
gli anni passano e la più grande è alla ricerca di lavoro, a tal fine ha scritto il suo curriculum e lo porta alle aziende da cui spera di ricevere delle possibilità.
suona ad un campanello e ad aprire la porta c'è la "piccola" della scuola, quella che lei amava prendere in giro ed è lei che accoglie nelle sue mani il curriculum...

ora... sarebbe bello ricordarsi che chi prendiamo in giro oggi, magari domani... potrebbe servirci, insomma, se non vogliamo che sia una forma di rispetto per il prossimo, almeno trattiamo bene gli altri pensando che domani, forse, tutto ciò potrebbe tornarci utile.

la storia è vera, non sono io la protagonista, ma è accaduto molto vicino a me. e quando vedi/senti queste storie speri sempre che qualcuno impari qualche cosa dalle esperienze altrui... 

venerdì 3 gennaio 2014

Natale con i Tuoi

piano piano le festività scivolano via...
ne rimane ancora una, una a cui tengo tantissimo, l'Epifania, quella festività sfortunata che per qualche tempo provarono pure a togliermi, facendomi andare a scuola... ma la Befana mica era scema! lei sapeva che comunque aveva incarichi da compiere e nonostante il giorno scolastico, lei consegnava... che bei ricordi legati alla Befana! quella fetente vecchietta che non riuscivo mica ad ingannare come si faceva con Babbo Natale! lei sapeva... infatti mi trovavo sempre patate, cipolle, materiale decisamente non "divertente" a riprova della conoscenza delle maracchelle, delle bugie, delle ripicche...

quest'anno la Befana mi vedrà via di qua... oh, si! finalmente si va via, dopo 2 anni a casa, i miei vanno a fare la settimana bianca e quest'anno ci aggreghiamo anche uno dei fratelli ed io. sei giorni fuori casa... il lavoro mi inseguirà, ma va bene, almeno sarà un'attività marginale rispetto al resto.

le festività non sono iniziate proprio a mille, ne è la riprova del fallimentare calendario dell'Avvento che non sono stata capace di mantenere aggiornato per la prima volta in 4 anni. raffreddore, tosse, abbassamento della temperatura corporea a livelli da cadavere... ho avuto giorni davvero di m***a, che tutto sommato si sono conclusi a Santo Stefano...

ho saltato la cena di auguri con gli amici, ho vivacchiato durante il pranzo natalizio a casa dei suoceri di mio fratello... pranzo in cui ho mangiato poco, ma quel poco è poi venuto a tormentarmi la mattina dopo...
il pranzo di Santo Stefano a casa di mio fratello poi... è stato "guardare" gli altri mangiare...

vabbè, ma poi lentamente la salute ha ripreso un po' piede...

e il venerdì lavorativo è stato decente... coronato dall'arrivo di un'amica la sera: belle chiacchiere fino al momento di andare a dormire! poi sabato l'arrivo di una seconda amica con cui incrementare le chiacchiere...

la domenica poi, tutte in auto e via, siamo "rotolate verso sud" a conoscere dal vivo una vecchia conoscenza web... dopo circa 10 anni di conoscenza web, finalmente la conoscenza dal vivo, una preziosa conferma: non c'è niente di più bello di ritrovare la stessa personalità e franchezza, dolcezza e ironia che già si conoscevano dalle chat fino a tarda notte.

poche ore, perchè comunque tra casa mia e casa sua la distanza si misura in circa 3 ore di autostrada e bisognava tornare anche a casa... e il lunedì dopo si lavorava!!!

il lunedì lavoro, si, ma anche "cambio amiche". una parte, una arriva, così che il capodanno l'ho passato in compagnia: le solite tre single chiacchierone e crocettine: un piatto abbondante di cappelletti, i biscotti, ma tutto ciò è marginale. è la compagnia la cosa preziosa.

il primo dell'anno le amiche sono tornate a casa... ma gli incontri ancora non sono finiti.

oggi l'ultimo. non doveva essere l'ultimo, ma per ora lo è... purtroppo ho dovuto cambiare i programmi per domenica prossima... causa meteo avverso... anche se spero che qualcosa ancora possa cambiare e ciò che volevo fare domenica io possa farlo il sabato successivo... dita incrociate!!

oggi lavoro, ma solo per 3 ore... finito in banca, via, di corsa a prendere un'amica in centro città, poi autostrada fino a Bologna, alla stazione ferroviaria a prendere su altre 3 amiche per invadere la casa della nostra ospite a Casalecchio! una super scorpacciata di tigelle in mezzo a tante risate.
tutto un po' velocemente, perchè purtroppo il treno per il ritorno aspettava le tre amiche, anzi, è stato preso al volo.

chissà quando ci rivedremo... sicuramente a marzo c'è possibilità. fino ad allora due abbondanti mesi in cui difficilmente incontrerò qualcuna di loro.
è il rischio con le amicizie che abitano distanti. ma c'è sempre il web a tenerci unite (mentre io guidavo verso casa, le altre, quelle in treno e quella a casa... 79 messaggi si sono scambiate!!! 79!!! e io che penso di essere la chiacchierona :-P  )

se queste festività non mi hanno rigenerata sotto il piano fisico (quello proprio è messo male), sicuramente lo hanno fatto ad altri livelli. mi ci voleva davvero!