lunedì 31 marzo 2008

Lavori in casa


Purtroppo è accaduto che le piogge intense di questi giorni abbiano portato alla luce il pietoso stato dei balconi di casa mia. Risultato mercoledì scorso dopo la pioggia dei giorni prima, è arrivata la pioggia di calcinacci che per fortuna nessuno si è preso in testa (considerate le dimensioni dei calcinacci, ci si sarebbe potuti fare un discreto male...).


Da venerdì abbiamo il muratore che fa su e giù per casa: venerdì è riuscito solo a transennare il balcone più disastrato e oggi è venuto a tirare martellate per far cadere tutta la robaccia prima di procedere al risanamento.


In previsione di questi passaggi di "ESTRANEI" per casa mia ho provveduto a chiudere i miei due felini nella zona "notte" di casa, garantendo loro comode coperte dove nascondersi, ciotola di cibo, sabbietta e acqua. Tutto il necessaire, insomma.


Però questo non evita loro di sentire le martellate... e nemmeno ai gatti dei miei.


Alcune reazioni a caso: Merlino è nel panico totale! Deve aver passato la mattinata dietro al lettone in camera mia. Ne è uscito solo al mio arrivo e questo solamente per stressarmi piangendo e miaoululando per tutta casa perchè lui vuole scendere. Ciccio mio, ma fuori è peggio, lo vuoi capire??? No, non vuole capirlo e continua a piangere.


Birba ha scovato un rifugio a prova di paura: camera degli ospiti, sotto la sopracoperta... lì si sente a posto e niente può farle male!


Di sotto dai miei Horatio è sparito. Non si sa dove sia, ma sicuramente sarà una nicchia in mezzo alle scatole del garage, luogo tranquillo e perfetto per nascondersi.


Leila... lei è una gatta navigata: passa il giorno con il muso attaccato alla porta finestra guardando la pioggia di calcinacci, episodio inconsueto, ma tanto lei si ricorda bene... i lavori del 1997, quelli si che facevano casino! E quelli si che portarono estranei in casa! Altro che questo sparuto ragazzotto che parla male litaliano, tutto solo e molto gentile... Lei ha visto di peggio!


Rommell, lui non si scompone. Continua a dormire.


domenica 30 marzo 2008

Libri Libri e ancora Libri


Ieri mattina sono uscita di casa una volta tanto con le idee chiare sul programma della mattinata:


1 - tappa in profumeria per trovare il regalo a mia cognata


2 - tappa colazione: una cosa che non faccio più per ragioni economiche (ahimè è caro fare colazione al bar, anche se ho da tempo sostituito il cappuccino con il caffè...) ma che ogni tanto mi concedo come gratifica personale


3 - tappa libreria per comprare il regalo di mio fratello (già in testa da settimane)


4 - ufficio dove completare un lavoro che ha scadenza lunedì, ma che non dovrebbe richiedere troppe ore (per fortuna!)


La prima tappa è andata liscia, sarà che in profumeria cera un tizio che non mi è simpaticissimo a mille, mi ci sono voluti pochi minuti. Sono entrata, ho visto subito cosa mi ispirava, nonostante questo ho gironzolato un po, ma sono tornata subito lì. Il prezzo era perfetto e via.


La colazione è un classico da non raccontare oramai più: pasta salata e caffè, 2 chiacchiere con Antonella, un saluto di buon week-end e via.


La libreria invece è più impegnativa da raccontare... eh si! Ero in una di quelle giornate in cui avrei potuto comprare tutta la libreria! E per fortuna che mi sono riuscita a contenere!!


Per contenere intendo: ho visto di tutto, avrei comprato di tutto ma mi sono limitata a 3 libri per me e 3 per mio fratello (dovevano essere 2, ma allultimo mi ha colpita un libro in mostra sul bancone...). Totale spesa 61 neuri grazie al fatto che ho usufruito dello sconto di 10 neuri determinato per il mio ennesimo raggiungimento di 100 euro di spesa nella libreria in questione.


Cosa ho comprato?


Dunque, siccome sono sicura che mio fratello di qui non passa, o per lo meno, se passa ha 2 ore per leggersi il suo regalo in anteprima perchè intendo consegnarglielo stasera (anche se compie gli anni domani), allora, dicevo... parto con il regalo per il fratello:


- Il buio oltre la siepe - Morena, è colpa tua se lho comprato, non ti ho ancora ringraziato e lo faccio ora. E semplicemente un libro stupendo! Non so se mio fratello apprezzerà, ma mi sono sentita di azzardare perchè è scritto in modo molto bello e non è retorico, né di parte. Penso che meriti e spero che lo apprezzi.


- Centomila gavette di ghiaccio - so che lo voleva comprare e così glielho preso. Io lho letto circa 20 anni fa e ancora sento il freddo di quei poveri soldati mandati allo sbando nella steppa russa... però è un libro che si dovrebbe leggere tutti ad un certo punto della vita. E un chiaro esempio di cosa sia la guerra. La guerra vissuta da uomini, non quella raccontata nei libri di storia.


- come dicevo, prima di pagare ho trovato un libro sul tavolo della cassa: Crimin Partigiani in Romagna. Visto che mio fratello ama (come laltro) documentarsi molto sulle guerre mondiali e visto che questo è un libro che intende vedere la guerra da un punto di vista molto poco considerato, ho pensato di prenderlo. Conoscendolo, potrebbe apprezzare più questo libro degli altri.


E poi arriviamo ai libri PER ME!!!! 3 e mi sono trattenuta, giuro!


Il primo è già in lettura: Il diavolo veste Prada. Lho trovato a 3, 50 euro e così lho preso. Mi incuriosiva leggerlo da quando ho visto il film, ma non volevo spenderci cifre astronomiche, perchè non è il genere di libro che io leggo di solito e dopo averlo letto non mi importerà molto di lui... il prezzo era perfetto per la mia idea.


Il secondo è "Gnomi, fate, folletti e altri esseri fatati in Italia". Per una che ha appena finito di leggere un saggio che tratta della "vera storia di Babbo Natale e della Befana" (un saggio che va alla radice delle tradizioni che hanno portato a queste due figure portatrici di doni), direi che questo libro è un giusto prosieguo sulla strada della conoscenza dei piccoli popoli...


Il terzo libro è uno che voglio leggere da tanto tempo. Via col Vento. Devo raccontarlo? Avrete visto il film, no? Per me è inconcepibile, ma esistono persone che non lhanno visto... sarà che io sono una cinefila... una del tipo molto selfmade, ma amante del cinema comunque. Per me Via col Vento è una pietra miliare della storia del cinema. Può non piacere, ma deve essere visto. E poi a me piace e sono curiosa di leggere il libro da cui è stato tratto.
E poi... è il libro che Pony Boy e Johnny leggono mentre si nascondono dopo lomicidio (I ragazzi della 56° strada)...


sabato 29 marzo 2008

Lettori clandestini e libromaniaci


Esistono persone di cui non diresti mai che sono dei lettori! Nel mio piccolo si tratta dei miei fratelli. Sono cresciuti con un discreto odio o disprezzo per la scuola, unallergia più o meno evidente per i testi scolastici e una decisa indifferenza per le pareti di casa ricoperte di ogni tipo di libri.


Uniche concessioni erano per uno Lupo Alberto e per laltro Dylan Dog... fumetti, insomma, non libri.


Fino a che ho vissuto in casa non li ho mai visti prendere pubblicamente in mano un libro, non li ho mai visti in libreria a scrutare gli scaffali, né li ho mai sentiti dichiarare qualcosa a proposito della carta stampata.


Poi ho imparato che uno dei due ha una forte passione e curiosità per le 2 guerre mondiali: quando è in montagna sulle Dolomiti fa spesso ferrate alla scoperta degli avamposti austriaci della terribile guerra di mina della Prima Guerra Mondiale. E compra pure libri per documentarsi in materia.


E un settore molto circoscritto, ma denota una curiosità culturale che ha tenuto ben nascosta negli anni in cui "ufficilamente serviva"


Laltro fratello mi ha stupito ancora di più. Un bel giorno appare sul suo comodino La Coscienza di Zeno. Alla faccia! Mica un libriccino della serie "barzellette e baggianate".


Quando gli abbiamo chiesto qualcosa, con fare molto timido ci ha risposto "beh? io leggo, e allora?" come dovesse difendersi da unaccusa. Accusa!


A casa di tarli del libro come siamo noi? Mia madre ed io ci scambiamo con tanto gusto libri e opinioni. Mio padre è meno assiduo, ma non riesce a vivere senza un libro da cui leggere poche pagine al giorno: magari è più settoriale nel genere che gli piace, ma comunque è stato libraio e lamore per i libri ce lha bello pieno.


Insomma, è saltato fuori che il sangue non mente: forse non saranno libromaniaci come il resto della famiglia, ma i miei fratelli sono lettori clandestini!


Durante la vacanza in montagna ho davvero apprezzato il vedere i miei fratelli soffermarsi a guardare libri insieme. Sembriamo spesso distanti, ma alla fine... si vede, siamo fratelli!


E così... questanno mi azzardo e per il compleanno a mio fratello regalerò libri!


Ho sempre un po di terrore a regalare libri: sarà che anche quando li ricevo io sono un po paranoica. Nonostante io sia unaccanita lettrice, non sempre chi mi regala libri riesce a prenderci con i miei gusti. Non è mica facile! E così io stessa non so mai se ci prenderò o no. E io ci tengo a prenderci con i libri. Proprio perchè sono molto importanti per me. Vedremo...


giovedì 27 marzo 2008

Esterno sera


E sera, una di quelle sere buie e luccicose dovute al tempo balzano di marzo. Sono le 8 e mezza passate, la strada è piena di auto parcheggiate ma il traffico è pochissimo. E una stradina non tanto larga, dove il traffico deve passare piano e un senso alla volta, proprio per tutte quelle auto parcheggiate. I marciapiedi sono in penombra: tra gli alberi che si protendono dai giardini e le solite auto che fanno da barriera verso la strada, la luce dei lampioni fa fatica ad arrivare fino a terra.


E lora ideale per portare a spasso il cane ed infatti in questo ambiente così protetto dal rumore della città si aggira una coppia con un bel cane al guinzaglio. Il cane è di mezza taglia, con il pelo chiaro che riluce anche nella penombra, è anche abbastanza giovane da gioire della passeggiata notturna tirando un pochino, ma non troppo, il guinzaglio per andare ad annusare la prossima ruota, incurante di tutto il resto.


Arriva unauto e si predispone a fare manovra per parcheggiare. Inizia la retromarcia, poi si ferma. Il finestrino si abbassa e una voce, non proprio felice, ma con tono rassegnato dallabitudine, esclama:


"MORGAN, GATTO SCEMO, TI VUOI TOGLIERE DI LI CHE DEVO PARCHEGGIARE????"


La coppia si gira e squadra lauto, il finestrino, la tipa alla guida.


Il cane, invece, guarda dietro allauto e squadra il gatto.


Il gatto, che fino a che si trattava di auto in manovra se ne fregava altamente, volge lo sguardo al cane e comincia una pseudomanovra volta ad evitare la minaccia.


Dicesi "minaccia" secondo il gatto in questione un cane che si trova dallaltra parte della strada, dietro ad auto, legato al guinzaglio e interessato già alla ruota successiva e non a lui.


Ovviamente, invece, unauto che sta per stenderlo non è minaccia... è la sua "apriporta" ufficiale che è in ritardo per aprirgli la porta, quindi lui è lì in bella mostra nello specchietto retrovisore a mò di "promemoria vivente" per la tipa in questione!


Chiaro chi ero io, no? Secondo voi... cosa ha pensato la coppia di umani portacane?


sabato 22 marzo 2008


ERA ORA!!!


Non posso dire altro che questo, perchè si sa già che da tempo aspettavo questo avvenimento!


E non solo io!!


Cosa è successo??? Beh, cliccate qui.


venerdì 21 marzo 2008

Shopping pasquale


(Buon primo giorno di Primavera!!!)


Avrei bisogno del cellulare nuovo: il mio va per i 4 anni e comincia a dimostrarli con malfunzionamenti strani. Però gli sono affezionata, è così particolare!  E non riesco ad arrendermi ai modelli che vedo in giro. Prima di tutto voglio un altro Nokia: le mie esperienze con le altre marche sono fallimentari, voglio un celluare Nokia e basta! E poi... poi non so cosa voglio, ecco il problema!


Ieri pomeriggio, uscita dallufficio in orario (wow!!) mi sono concessa un giro di shopping allIper passeggiando per vari negozi come non faccio mai.


Però ero proprio in giornata nera, cè poco da dire: niente che mi girasse. Certo, meglio per le mie tasche, ma è deprimente quando passi i corridoi dellimpero dello shopping e trovi tutto banale, già visto, brutto o non interessante... ti senti fuori posto in quella marea di persone che invece allungano le loro mani sui vari oggetti del desiderio e tirano fuori i portafogli con la faccia estasiata dal rito del possesso.


Io no... guardo a lungo, ma a luuuungo le varie vetrine dei cellulari e niente che mi dica "sono io il tuo nuovo cell!!"... mi sposto al reparto DVD e cerco un bel film vecchio stile, di quelli che piacciono a me, ma niente... allora passo al tavolo dei libri appena usciti, ma niente neanche lì... così mi sposto da Co.Import e come sempre quel negozio non riesce ad affascinarmi come invece fa con tutti quelli che conosco...


Arrivo alla Casa del Bianco. Ah! Finalmente un luogo dove comprerei tutto! Ci sono delle bellissime federe per cuscini quadrati da 50 cm per lato... uhm... perfetti per i 3 cuscini che ho sul letto... e pure in sconto!! OK, niente cellulare (per ora), ma almeno metto un po di primavera sul letto!


Entro nel negozio e chi ti trovo? I miei genitori che stanno facendo acquisti e si offrono di pagarmi le 3 federe... MEGLIO ANCORA! Così prendo, mamma approva, pagano, escono... e io... che nel frattempo avevo addocchiato un bel set di asciugamanti arancione tutti colorati che costavano esattamente come le 3 federe... dico con la commessa "ok, ora loro sono usciti, adesso mi vendi gli asciugamani arancione ".


Così avrò federe e asciugamani primaverili.


Un giro anche dentro alla Coop, ma pure lì i cellulari non mi dicono niente... e allora decido di fare un ultimo investimento a titolo di regalo pasquale: LA CARICA DEI 101 in edizione speciale!


Sicuramente i 30-40 neuri spesi per asciugamani e DVD non sono nemmeno paragonabili a quanto avrei potuto spendere per un cellulare... per una volta sono stata economa!


giovedì 20 marzo 2008

Buona.... vacanza...


Dopo una giornata massacrante in cui ho pure saltato il pranzo, sono finita a letto alle 9 e mezza di sera.


Alluna e mezza di notte un certo felino BASTARDO, che ultimamente sta riscoprendo le gioie casalinghe, ha preteso di uscire di casa. Io oramai abituata nel passato a questo ho agito autonomamente e ho sceso le scale, gli ho aperto la finestra e sono risalita in casa.


A quel punto il mio cuore mi ha detto "ma sei impazzita??? io stavo dormendo!!!" e ha cominciato a battere allimpazzata... a seguire lintestino si è ribellato a sua volta... e dopo due ore di rotture di scatole, lintestino ha deciso di dimostrare che la ribellione era seria e necessitavo di una sessione in bagno a suo uso e consumo... e così ho fatto le 3 e mezza di mattina.


Tornata a letto, con il classico freddo che ti prende quando stai male, ci ho messo 2 ore buone ad addormentarmi... verso le 5, prima che mi riaddormentassi è pure passata la felina femmina a pretendere 2 coccole date in modo meccanico e senza affetto (porta pazienza, ma non si chiedono le coccole ad una che sta una merda!!!). Quindi verso le 5 e mezza mi addormento!


Alle 6 meno dieci (ben venti minuti di sonno) un DISGRAZIATO FETENTE per strada comincia a suonare il clacson per chiamare qualcuno. Non una volta, non due, ma SMILANTA volte, attaccandosi al clacson sempre di più, per ben 10 minuti fino a che qualcuno da una casa si affaccia e gli manda 4 accidenti ben chiari...


Io dal mio letto intanto meditavo: "caxxo! stai andando in ferie??? bene! il meteo ti ha già detto che troverai un tempo di merda... e io ti auguro che davvero sia di merda, visto che stai rompendo le palle a chi invece di vacanze non ne vedrà nemmeno lombra! E poi... E poi... QUANDO TORNERAI A CASA, IL PRIMO GIORNO DI LAVORO, TI AUGURO CHE QUALCUNO ALLE 6 MENO DIECI SUONI IL CLACSON AL TUO ORECCHIO PER 10 MINUTI!!! STRONXXXO!!!"


Di solito non auguro niente di male a nessuno perchè mi piace "non fare agli altri ciò che non voglio sia fatto a me"...


MA CE UN LIMITE ALLA SOPPORTAZIONE!


Stamattina in ufficio sono insopportabile. Per fortuna di colleghe e titolari devo uscire a fare il giro dai clienti. I clienti non esattamente simpatici troveranno pane per i loro denti oggi... SONO SUL PIEDE DI GUERRA!


mercoledì 19 marzo 2008

lunedì 17 marzo 2008

Svaghi


In questo periodo sono quasi sempre a casa la sera: stanchezza lavorativa e portafoglio piangente sono un ottimo perchè delle mie serate casalinghe.


Non ho nemmeno tanta forza per organizzare serate con amiche: nellultimo mese ne ho fatta una... spero di poterne fare una anche questa settimana: un semplice ritrovo per vederci un film insieme, soprattutto ora in cui le poltrone sono 2 e così il bivacco è meno precario


Per fortuna, però, che il regalo che mi ero fatta per la Befana si è realizzato nel suo ultimo atto giovedì scorso: mi ero comprata 2 biglietti per due spettacoli di musicals che finalmente raggiungono anche Ravenna. A gennaio ho visto e apprezzato tantissimo Jesus Christ Superstar. Giovedì è stata la volta di Grease.


Una bella uscita in 8 colleghe + 3 altri personaggi (amica-marito-figlia), entusiasmo in partenza già notevole, a parte alcuni tentativi di demoralizzazione da parte di chi non ne aveva più voglia, ma non ci siamo fatte contagiare!


Pre-spettacolo in una piadineria scelta da una collega molto... golosa! Risultato: unabbuffata con pochi euro (cavoli! se sapevo così non ordinavo tutta quella roba: porzioni esageratissime e tutto eccezionalmente buono. terrò presente per quando certi amici passeranno di qui ).


Davanti al Palazzetto ho atteso la mia amica che arrivava un po in ritardo e così ho incontrato diverse persone che conosco: non cè che dire, Grease è una pietra miliare delladolescenza di più di una persona e si vede proprio! Età di tutti i tipi, principalmente donne: madri, figlie e mi sa anche nonne... Ho incontrato unamica di scuola e ho rivisto sua figlia dopo molti anni... avrà oramai 15 anni, se non di più; insomma, una piccola donna: io me la ricordavo alle elementari... come passa il tempo!


Lo spettacolo inizia: i posti sono perfetti, si vede benissimo e ce lo possiamo godere pienamente.


Molto bravi: delle voci incredibili! Lo spirito del film che conosciamo tutti è mantenuto. Sandy ha una voce che può fare concorrenza con Olivia Newton John del 1978, Rizzo potentissima, però fisicamente è unacciuga (mamma mia quanto è magra!) e forse la Rizzo che ricordo è un po più formosetta, Danny è forse il personaggio che meno mi piace tra tutti. Non sono una fanatica di John Travolta, ma sicuramente in Grease lui era un mito... impostatissimo e macho-calcolato in un modo difficilmente imitabile. Gli altri protagonisti, tutti bravi!


Piccolo difetto dello spettacolo, ma credo solo per me, sono state le luci: mi hanno pianto gli occhi per la maggior parte dello spettacolo. Ma erano giuste, sono io che non le reggevo: ho sempre problemi con la visione dal buio...


Laltra cosa che, mi spiace, ma non amo esageratamente, è la traduzione in italiano di tutte le liriche: lo so, cantare in italiano aiuta tutti, ma le melodie sono fatte per la lingua inglese e ne risentono inevitabilmente.


A fine spettacolo gli applausi sono unovazione: la ragazza che interpreta Sandy ha lavorato a Mirabilandia, quindi ha un sacco di amici qui in città e le tributano applausi e urla festanti.


Alla fine il cast si fa un giro tra il pubblico e realizzo una cosa: il palcoscenico ingrandisce!! Mi passa di fianco Marty e... capperini, ma è bassettina... non lo avrei mai detto...


E stata davvero una serata meritevole!


Poi, non so cosè, ma certe cose si attirano luna con laltra... Il giorno dopo ho scoperto cose interessanti sul prossimo Ravenna Festival: faranno Cats! E verranno i Chieftains, il mio gruppo irlandese preferito!! Devo solo trovare la compagnia giusta, ma ho 4 mesi per farlo!


E... sempre il giorno dopo, noi colleghe appassionate ci vediamo regalare un biglietto per un musical organizzato non da professionisti per sabato prossimo: sarà la volta di Chicago!


Se siete di Ravenna e vi interessa, ditemi qualcosa (il biglietto costa 15 euro e va in beneficenza).


Poi vi farò sapere come è! Io ho già visto un loro spettacolo un anno e mezzo fa (il Gobbo di Notre-Dame) e furono bravissimi.


martedì 11 marzo 2008

Nuovi arrivi


Ecco qui:



(foto presa direttamente dal sito di Ikea: cliccandoci sopra ci finite direttamente - sul sito!)


Sono 2, sono molto simili a questa qui sopra nella foto - solo che hanno una certa età: 10 anni e quindi il cuscino ha la parte della testa leggermente diversa. E i 10 anni di utilizzo in periodo estivo (erano nella casa al mare dei miei) hanno reso il cuscino decisamente... poco bello. Ma li laverò: è possibile lavarli in acqua fino a 60 gradi, quindi una bella strigliata in lavatrice, senza centrifuga e con lo scarico dellacqua successivo non gliela toglie nessuno. Lunica cosa è il fatto di riuscire ad appendere un cuscino così lungo nel box doccia a smaltire la dose di acqua che si sarà bevuto durante la cura ricostituente e ringiovanente...


Per il momento entrambi i cuscini delle 2 poltrone sono stati ben bene avvilluppati (si scriverà con tutte ste doppie questa parola?) in 2 teli che ho in casa da una vita e che ci stanno benissimo: grigio-azzurro lucente.


Visto che le 2 sono arrivate in casa durante la mattinata e che ho potuto sistemarle solo durante la pausa pranzo dopo aver mangiato, ne ho potuta usare una giusto per gustarmici il caffè. Ma so già quanto siano comode: per questo quando sono state sostituite e stavano per essere dismesse ho chiesto di poterle avere io.


Sono stata imitata prontamente dal gatto Merlino. E saltato sulla seconda poltrona e ha apprezzato il fatto di potersi accoccolare a portata di mano coccolante.


Il mio dubbio ora è che non succeda come giù dai miei: 2 poltrone = 2 gatti, uno per poltrona "e voi umani non osate scocciarci!"...


Gatti...


Lunedì, pausa pranzo (luna e mezzo)


Come sempre passo a salutare mia madre e lei mi dice "i tuoi gatti sono di sopra, li ha portati su la signora delle pulizie"


Ok. Salgo su e vedo Birba e Merlino, ci salutiamo, poi loro vanno a dormire e io a mangiare, infine torno al lavoro.



Ora di cena (circa le 20)


Torno a casa, mi svesto e indosso direttamente la camicia da notte, metto a posto la spesa appena fatta e comincio a preparare la cena.


Dal corridoio delle camere da letto si affaccia un muso. SONO ALLIBITA!!! Morgan? Che ci fai in casa?


Il muso è stropicciato da almeno 8 ore di sonno passate intensamente a far finta che il mondo non esista, quindi non ci pensa neanche a reagire al mio stupore.


Ovviamente vuole scendere... e con lui scendono anche gli altri 2.


Arrivata al piano terra, dopo aver fatto uscire i signori felini, mi affaccio da mia madre:


"tu mi avevi detto che i miei gatti erano di sopra, ma non mi avevi detto che erano 3! Pensavo ai miei soliti due..."


"3??? Vuoi dire? Ma? No!!!! Morgan???"


"si Morgan... era in casa anche ieri... e poi oggi..."


"si, decisamente sta invecchiando!"


"decisamente!"


mercoledì 5 marzo 2008

Grazie Merlino!


E martedì sera, sono le 20 e rientro ora dopo 12 ore di lavoro. Sono stanca morta e non faccio nemmeno caso al fatto che i felini non mi chiedano di venire in casa. Con una micro frazione del cervello penso siano già in casa visto che cè stata la signora a fare le pulizie.


Invece non sono in casa. Vabbè, sono troppo affamata e stanca per andare a prenderli, saranno da mia madre. Io ceno!


Finita la cena mi spalmo sulla poltrona a fare il semicadavere davanti ad un telefilm.


Tempo unora e mi viene su un pensiero:


"mi mancano i miei micioni!!!".


Niente da fare... il pensiero non se ne va... non aspetta la pubblicità (che esiste pure sui canali a pagamento... no comment!)... scendo e vado a recuperarli!


I poveri felini non sono da mia madre: sono fuori al freddo e al gelo e sono pure belli bagnatelli. Schizzano dalla finestra entrambi e volano su per le scale con una serie di miagolii del tipo "era ora! dove ti eri messa?" e via dicendo...


Merlino è talmente riconoscente del fatto di essere stato recuperato che per la prima volta in vita sua decide di provare davvero a stare sulle mie ginocchia in poltrona (fino ad ora abbiamo avuto delle soluzioni intermedie tra sedia-bracciolo-avambraccio, sedia, bracciolo-petto, bracciolo-pancia... ma mai completamente in grembo.


Che emozione! che piacere!!!


però... io vorrei andare a dormire... Merlino? Non è che ti muovi? (occhio aperto, arrotolata di godimento tipica felina, occhio chiuso)... Merlino?... Micione??? andiamo nel lettone? (occhio più aperto... dobbiamo proprio??)... dai, su! Muoviamoci!


ecco, lumana ha rotto lincantesimo... chissà se riaccadrà un tale evento!


lunedì 3 marzo 2008

Primavera


Sembra sia proprio arrivata! Ieri cerano 23 gradi, i gatti erano vivaci e pure io, nonostante la stanchezza, ero alquanto incentivata a non vegetare completamente...


Nei giardini comincio a scorgere fiori in mezzo al grigiume e al putridume lasciato dallautunno...


4 tartarughe si sono già svegliate: 3 sembrano sassi che si muovono, tanto sono sporche, una invece sembra proprio uscita da un bel bagnetto, la corazza lucida lucida. Da chiedersi come abbia fatto dormendo tanti mesi sotto terra... Aspettiamo le altre 7...


Inevitabilmente io vorrei andarmene in giro con la macchina fotografica e invece no! Chiusa in ufficio, pure la pausa pranzo, per sti benedetti computers che non sono ancora a posto!


sigh!!


domenica 2 marzo 2008

Riciclaggio


Riciclare è una cosa molto importante, ma lo sapete già tutti: bisogna dividere i vari tipi di rifiuti e conferirli nelle apposite aree...


Ma è importante anche riutilizzare! Magari qualcosa che a noi non serve più può essere utile ad altre persone.


Infine è importante anche riconvertire: alcune cose possono non essere più adatte allo scopo per le quali sono state comprate, ma possono rendersi utili in altro modo. Come le presine che la mia mamma ricava dalle tasche dei vecchi jeans... per fare un esempio.


Qui in casa siamo tutti molto molto orientati alla riconversione delle cose non più utili.


Anche i gatti! Birba in particolar modo! Questa mattina alle 8 ha scovato ai piedi del mio comodino il foglietto delle istruzioni di un medicinale che ieri notte, nel totale rincoglionimento personale ho fatto cadere. Non ci ha pensato un secondo: era un perfetto gioco per una povera micetta di soli 5 anni (quindi ancora molto piccola e infantile.........) che non riusciva a schiodare dal letto la sua umana per portarla giù in giardino. E via!!! A giocare a più non posso, riuscendo a ricavare da un semplice piccolo pezzo di carta i più fantastici rumori di gioco furibondo che possono riempire la giornata di una micetta annoiata.


Lumana qui presente se ne è fregata dei rumori, si è girata dallaltra parte, ha abbracciato il gatto Merlino, il quale andando per i 7 anni di età è molto, mooolto più maturo e se la dormiva beatamente con lumana in questione