mercoledì 10 marzo 2010

Un giorno esisterà la fanciulla e la donna, il cui nome non significherà più soltanto un contrapposto al maschile, ma qualcosa per sé, qualcosa per cui non si penserà a completamento e confine, ma solo a vita reale: lumanità femminile. Questo progresso trasformerà lesperienza dellamore, che ora è piena damore, la muterà dal fondo, la riplasmerà in una relazione da essere umano a essere umano, non più da maschio a femmina. E questo più umano amore somiglierà a quello che noi faticosamente prepariamo, allamore che in questo consiste, che due solitudini si custodiscano, delimitino e salutino a vicenda.


di Rainer Maria Rilke


Questa sera ho visto un film per niente male, un film che credo ogni donna potrebbe vedere e in qualche modo riconoscercisi, in tutte le proprie incongruenze e difficoltà.


Questo film mi ha lasciato 2 cose. Una la conoscevo già ed è questa canzone qui. Laltra è la poesia qui sopra riportata. Non la conoscevo, ma è semplicemente stupenda.


E se vi interessa il film, si intitola Due Partite. Credo che lo metterò nel mio cuore a fianco di Speriamo che sia Femmina (senza risate però qui...).


Nessun commento:

Posta un commento