mercoledì 30 gennaio 2013

In cucina... e la ricerca degli ingredienti

Ci sono ricerche che sembrano ridicole... tipo quella dell'ingrediente X per la ricetta appena letta e che ti incuriosisce tanto.


Ci sono volte che è proprio un ingrediente astruso, di cui non hai mai sentito parlare e che non sai nemmeno dove andare a cercarlo... di regola prendo la ricetta e cerco di dimenticarla! Tanto... 


Ma poi c'è la ricetta "facile", quella che leggi e dici "bella! la posso fare anche domani! tanto basta che prenda questo, quello e quell'altro!"


Poi vai al supermercato... scegli la corsia giusta, ti metti lì e... eccheccavoliperò! Ma non ne va bene uno!


Nello specifico, questa settimana l'ingrediente X è CORN FLAKES, ma non da usare in un dolce, bensì per un impanare una bistecca di manzo...


Quindi... mi servono corn flakes senza zucchero, ovvio!


Peccato che... per quanto i corn flakes siano la "colazione dietetica per eccellenza"... tutti, dico tutti contengano zucchero! 


Non è la prima volta che mi viene da innervosirmi leggendo gli ingredienti di un alimento... con lo zucchero ho già discusso quando l'ho trovato come ingrediente del salmone affumicato. Ma come? se la fumicagione è un metodo per conservare il salmone... perché devo trovarci anche lo zucchero??


Avete mai letto gli ingredienti di un salame?? Ci saranno almeno 4 tipi di conservanti: nitriti, nitrati, zucchero, destrosio. Ah, poi c'è il sale! quindi... 5!!!! 


E' questo ciò che stiamo mangiando ed è una vera tristezza!


Alla fine i corn flakes senza zucchero li ho trovati... al supermercato biologico. 


Sarebbe bello poter mangiare sano sempre... quando posso cerco di farmi le cose da sole, ma ci sono prodotti che non si possono fare in casa o che io non sono in grado di farmi... e comprarli sempre al supermercato biologico è un po' fuori target per me...


Vabbè, ogni tanto si può fare.


E soprattutto si può leggere il più spesso possibile le etichette. Almeno per sapere ciò che stiamo mangiando. Io ho iniziato 13 anni fa a leggerle e ci sono incredibili sorprese...

3 commenti:

  1. La cosa più assurda sono gli omogeneizzati per neonati e bambini. Tutti i pediatri dicono che non devono contenere né sale né zucchero ma tutti (tranne una marca bio, ovviamente carissima) li contengono. Il mio mi consigliava di limitarne l'uso e di preparare tutto in casa, dalla verdura alla carne per finire con la frutta gratugiata. Col primo figlio avevo tempo, col secondo, a momenti lo tiravo su a pane e salame.
    Ma anche gli alimenti light sono un controsenso: non hanno zucchero ma contengono dolcificanti sintetici, anche più dannosi.
    Roberta

    RispondiElimina
  2. Anche mia mamma cercava i corn flakes senza zucchero, ma a parte una marca biologica carissima, non è risucita a trovarli... 

    RispondiElimina
  3.  Per me è la regola leggere gli ingredienti, pure sui cosmetici le leggo...

    RispondiElimina