lunedì 24 novembre 2014

riunioni di famiglia

la famiglia, ma molto di più "i parenti" è una sorta di pacco dono (o truffa... a seconda dei casi, magari da spulciare uno per uno...) che ti trovi scodellato con la nascita.

ci cresci più o meno in mezzo, tutto dipende da quanto vicino a te abitano, dalle abitudini di famiglia di trovarsi più o meno frequentemente insieme, dai rapporti, soprattutto dei tuoi genitori, con i vari parenti...

finché ero bambina c'erano i nonni che in qualche modo erano il collante tra noi e "il resto dei parenti". soprattutto da parte di mamma.
era a casa della nonna che si ritrovavano spesso i suoi fratelli ed era con lei che si coglieva l'occasione per andare a casa dei fratelli del nonno, che vivevano fuori città, in campagna o nelle città vicine.

poi, con la morte dei nonni, avvenuta 26 anni fa,i rapporti con la maggior parte dei parenti si è allentata, tranne con lo zio Carlo, che tutte le estati veniva su con noi in collina... fino alla sua morte... 
e poi davvero i legami si sono rarefatti pesantemente: sia noi che loro, tutti impegnati ad inseguire la nostra quotidianità.

ormai siamo grandi anche noi nipoti, cugini di non so mai calcolare quale grado. c'è chi abita all'estero, chi ormai non riconoscerei neanche se lo incontrassi e ci sbattessi contro...
chi si è visto giusto al matrimonio di qualcheduno, molto di corsa, molto di sfuggita...

alcuni di loro mi capita di incontrarli durante l'anno, più che altro per il mestiere che faccio: vengono qui per pagare le tasse o fare i dichiarativi.

e forse io, con questa scusa, li incontro più spesso dei miei fratelli.

un po' mi dispiace questo non frequentarsi mai, ma - è evidente - se ci fossero stati fortissimi legami, ci si sarebbe cercati a vicenda più spesso. e ora che "gli anziani" sono quasi tutti passati a miglior vita, è ancora più difficili avere "scuse" per incontrarsi.

beh, sabato prossimo è stata creata la scusa: un cugino di mia madre ha pubblicato un libro e sabato farà la presentazione nel pomeriggio in una sala del centro città.

e così ha deciso di organizzare una bella riunione di famiglia con tutti i suoi cugini, perché è sempre dura cercare ragioni per incontrarsi tutti che non siano matrimoni, o - purtroppo - funerali. 

mi fa tantissimo piacere e mi fa piacere vedere che anche i miei fratelli e i miei genitori sono saltati sul carro di questa occasione felici di partecipare!

forse se si facessero più spesso, la cosa sarebbe una mega noia... invece essendo tanto che queste persone non le vedo, sono felice di ritrovarle tutte.

soprattutto perché da 6-7 anni a questa parte, davvero alcune le ho incontrate solo ai funerali.

1 commento:

  1. è vero quello che dici. Poche occasioni , ma che ti fanno apprezzare la compagnia e il ritrovarsi non solo ad aventi tristi; il dramma è quando hai suoceri per 10 gg in un appartamento non troppo grande, con suocera che vorrebbe mettere naso e mani ovunque fra le tue cose e tu sei nel pieno della chemioterapia... (mi riferisco alle feste natalizie dell'anno scorso) .... verranno anche quest'anno e , anche se sto facendo un'altra terapia che non è chemio ho voglia di starmene per conto mio...
    Annamaria

    RispondiElimina