lunedì 1 dicembre 2014

Calendario dell'Avvento - giorno 1

(la foto è relativa alle marmellate di produzione 2014 che saranno parte -buona parte - dei miei regali di Natale)

è un'altra volta stagione di calendari dell'Avvento.

in casa mia i 2 calendari sono pronti e oggi aprirò la scatolina in ognuno di essi.

e qui sul blog, per un altro anno, è ora di fare il mio piccolo e personale calendario musicale!

voglio cominciare con una pubblicità che ho trovato online già settimane fa e che è semplicemente emozionante.

quest'anno corre il centesimo anniversario dell'inizio di una guerra tremenda, la Prima Guerra Mondiale, che ha visto per la prima volta la guerra di trincea, creato un sacco di orfani e di vedove e menomato centinaia di migliaia di valenti giovani in ogni fazione...

in casa mia si è parlato spesso di questa guerra: mio nonno rimase orfano di padre a causa di essa. a soli 8 anni, con 2 sorelline più piccole. non oso  immaginare quanto fosse difficile per la bisnonna tirare avanti con 3 bambini.
per di più in una terra dove essere figli (mogli) di un interventista per molto tempo ha significato rischio di morte... infatti sui 12 anni mio nonno scampò ad un agguato, perché il suo caposquadra aveva saputo che il giorno dopo sarebbe stato preso di mira per essere ucciso e per evitargli questo destino, lo mandò a lavorare lontanissimo da casa. si dovette alzare prestissimo la mattina e fare un sacco di chilometri...

ma se non fosse stato così, noi non saremmo qui a ricordare questi eventi...

il bisnonno, insieme a 2 suoi fratelli, è morto in questa Grande Guerra e riposa nel sacrario di Oslavia...

quando ho visto questa pubblicità mi sono emozionata moltissimo e l'ho anche condivisa su Facebook a suo tempo.

ma... Facebook è per il momento... le cose che condividi lì le perdi in un attimo.

il blog non sarà per sempre, ma è sicuramente più duraturo... così eccola qui: Stille Nacht oppure Silent Night... come volete... Natale sotto la guerra, il sogno di un momento in cui per festeggiare si possa dimenticare la fazione, le rivalità e per un attimo essere solo uomini sulla terra, uomini di buona volontà.

strano che siano le pubblicità a doverci ricordare i buoni valori... ma se serve, ben vengano anche esse!



ho trovato anche questo video, che spiega che alla base di questa pubblicità c'è quasi sicuramente un fatto realmente accaduto. il che rende ancora più prezioso il tutto. mi dispiace che sia in inglese e non tutti possano capire. ma il concetto è che dai diari di guerra di avi (i nonni, i bisnonni, come il mio morto sul campo), si è scoperto che nel Natale 2014 tra soldati inglesi e tedeschi, dopo 5 mesi di combattimenti, ci furono contatti, si stabilì una tregua di 48 ore e si scambiarono regali. e forse si giocò davvero una partita di calcio.


2 commenti:

  1. Sapevo di questa tregua nel giorno di Natale, credo ne abbiano anche tratto un film ma ora non riesco proprio a ricordarne il nome.
    Grazie di avermi fatto partecipe di questa storia della tua famiglia, bisogna ricordare e dare loro voce nel ricordo.
    Ti abbraccio
    Sonia

    RispondiElimina