sabato 11 aprile 2009

Salto indietro nel tempo


Niente è più efficace della musica per prenderti e risucchiarti in un vortice che ti porta indietro nel tempo.


Qualche settimana fa, mentre viaggiavo ai miei 90 allora sullE45 andando da clienti (superstrada, massimo consentito i 90... con le buche che ci sono non mi permetto di fare di più... non ne vale la pena) allimprovviso la radio se ne esce con questa:


 



Penso di non averla più sentita da quando avevo 17 anni e quindi da almeno 21 anni... eppure... era lì, pronta nella mia memoria per esser cantata a squarciagola mentre imboccavo luscita dalla superstrada e scendevo la rampa immettendomi nella strada normale...


Non passava nessuno, quindi nessuno mi ha sentito urlare Celiaaaaaaa you are breaking my heart! you are shaking my confidence daily!!! Oh Ceciliaaaaa I am down on my knees and begging you please to come home... ho-oh home!!!!


(prego notare che il testo è quello che mi ricordavo con linglese dei miei 17 anni... tutto sommato mi sa che è pure il testo della canzone originale, il che mi fa pensare che Simon and Garfunkel cantavano spiccicando ben bene le parole... i testi dei Duran Duran mica me li ricordo così perfetti nel loro inglese!!! )


Nessun commento:

Posta un commento