mercoledì 19 agosto 2015

ieri 42 anni fa...

42 anni e un giorno fa, di prima mattina, sulle 7 più o meno, venivo lasciata dai miei genitori a casa di mia nonna.

ero arrabbiatissima e rimasi a sedere sui gradini della porta di casa della nonna con i gomiti sulle ginocchia e il mento appoggiato ai pugni. il tutto corredato da espressione truce.

non avevo ancora 3 anni (li avrei fatti circa 20, 25 giorni dopo), quindi chissà che spettacolo ero, con l'aria furibonda perché venivo lasciata a perdermi il grande evento.

il grande evento era che il babbo portava la mamma in ospedale perché stava per arrivare il mio fratellino. ED IO DOVEVO ESSERCI!!!

ora, è chiaro che non ho un ricordo mezzo di tutto ciò... ma me lo raccontano da sempre e da sempre le parole sono le stesse, quindi ormai è un ricordo... acquisito, ecco!

lunedì mio padre lo ha ri-raccontato, aggiungendo dettagli che preferisco non scrivere, perché non riguardano me e soprattutto sono riferiti a chi non è più tra noi.

così mi è tornata questa immagine in testa, di me-bambina, arrabbiata con i grandi, perché venivo lasciata fuori dalle cose importanti della mia vita.

ah, ovviamente...

BUON COMPLEANNO FRATELLO!!!

Nessun commento:

Posta un commento