mercoledì 3 febbraio 2016

dopo tanto tempo...

... è da tanto che non scrivo.

era da tanto che non sapevo che scrivere, più che altro perché le preoccupazioni per il mio stato di salute sarebbero state una mega-super-noia (soprattutto per me: che già mi tarlavano il cervello e l'anima... se pure ne scrivevo qui, sarei diventata pazza)...

poi era venuta la voglia di scrivere, ma purtroppo i pensieri erano un po' troppo negativi e non amo buttare nel mio blog troppa negatività... così ho preferito tacere.

ora ho deciso che è tempo di tornare. e non so se racconterò tutto. quando mai l'ho fatto?

in questi mesi ne sono successe tante, soprattutto al mio corpo, perché la malattia ha avuto una recidiva e... sono finita di nuovo sotto i ferri, ma solo dopo la radioterapia (che non è servita a nulla, se non a farmi impazzire con gli effetti collaterali)... e dopo tanto tempo di attesa per fare esami, per cercare il medico giusto per l'operazione...

insomma, sono stati mesi pieni (come detto sopra) di preoccupazioni e ansie.

infine il 3 dicembre l'operazione. e questa non è stata una passeggiata... forse ve ne parlerò più avanti.

fatto sta che ancora oggi, a febbraio, sono a casa in convalescenza, giusto per far capire quanto è impegnativo il recupero post operatorio.

se l'altra volta avevo voglia di dire tutto tutto anche qui in queste pagine, questa volta ho un po' più remore. non perché mi vergogni, è una malattia, mica un'onta. ma perché non è semplice spiegare ciò che sto vivendo...

a momenti nemmeno io so bene come la stia vivendo: ci sto prendendo ancora le misure.
vivo alla giornata e tutto sommato non è malaccio... anche se non è tutto rose e fiori... temevo di uscirne fuori peggio, come umore intendo. invece per fortuna l'ottimismo ancora non mi ha mollato e affronto le nuove difficoltà con una giusta dose di buona volontà e ironia...



1 commento:

  1. Non conoscevo questo tuo blog, ho visto il link su FB, ho letto un po qua e un po là...
    Molto onestamente credo che chi non passa quello che tu descrivi non può capire appieno tutte le difficoltà, lo sconforto, i momenti più duri e quelli di respiro quando le cose sembrano andare un po meglio....
    Mi ha colpito molto, però, come sei tu, sei brava ad affrontare tutto questo così, sei in gamba Meg, molto in gamba, spero che questa sia la volta in cui tutto si risolve e questa pagina di interventi, cure, esami ecc. possa chiudersi definitivamente, te lo meriti.
    Ripasserò di qua, mi piace leggerti.
    Mila

    RispondiElimina