martedì 23 febbraio 2016

perplessità

a volte ti capita di leggere scritti di persone continuamente insoddisfatte, oppure sempre pronte a criticare; scritti pieni di pessimismo, velata o non velata cattiveria, insoddisfazione, indisposizione verso il mondo, insulti più o meno dichiarati e mirati...

e ti chiedi... che soddisfazione ci sarà ad essere sempre così pronti a guardare il lato negativo della propria vita e/o di quella altrui.

non è che io sia sempre felice, tutt'altro! ho i miei bei momenti di sconforto e di insoddisfazione.

e ho pure momenti di allergia verso il mondo intero...

ma non trovo gusto particolare ad essere sempre negativa, così cerco, mi sforzo, anche come esercizio, di lasciar perdere e piuttosto stare zitta.

e queste persone eternamente in guerra con il mondo cosa ci trovano ad essere sempre con il dito puntato a criticare gli altri o se stessi allo specchio?

niente di buono nella loro vita, niente niente?

e gli altri, tutti cattivi? sempre?

forse un po' di pausa, una sosta ad osservare cercando il sereno, invece della tempesta a tutti i costi... forse non farebbe loro male...

Nessun commento:

Posta un commento