martedì 22 gennaio 2008

Dei Gatti e degli Uomini


Di solito non scrivo i miei commenti sui libri in questo luogo, ho una parte del mio sito adibita a questo ed è più che sufficiente. Però questo libro mi è stato regalato da una persona che ho conosciuto grazie a questo blog e così mi è sembrato naturale pensare di scrivere di questo libro prima qui che altrove.


E un libricino piccino, 3 racconti e 3 poesie. Scritto da Patricia Highsmith, maestra del thriller americano che io non ho mai avuto modo di leggere prima dora.


Si legge in poche ore, ma per chi ha un gatto in casa dà molto da pensare!!!


Ad esempio, il vostro è uno di quei felini che vi porta le prede in casa per giocarci (i miei lo sono stati per un po...) e... se un giorno dalla gattaiola entrasse portandosi come gioco due dita umane???


Oppure, siete ragazze single e vivete nel vostro appartamento sole con il vostro gatto? Beh, assicuratevi che gli uomini che portate in casa siano amanti dei gatti, altrimenti il vostro felino potrebbe doversi difendere da solo...


Oppure ancora... avete qualche scheletro nel vostro inconscio? Fate ben attenzione, potrebbe... prendere forma e vi potrebbe servire laiuto di una gatta per liberarvene... anche se i gatti non vi piacciono!


Tre racconti dove davvero i gatti sono i protagonisti e gli umani un qualche contorno. Tre racconti davvero noir!


Grazie Morena per questo bellissimo regalo di Natale! Direi proprio che sei riuscita a cogliere nel segno con i miei gusti. Significa che il mio blog trasmette qualcosa, visto che mi conosci attraverso queste pagine e le poche mail che riusciamo a passarci di tanto in tanto.


E sono sicura che questo libro sarebbe piaciuto tanto anche a Maria, amante dei felini e della Highsmith... beh, Maria, ho letto che la scrittrice è scomparsa il tuo stesso anno... posso immaginarvi da qualche parte "lassù" a farvi rizzare i capelli con racconti raccapriccianti...


3 commenti:

  1. Casualità... sono finito sul tuo blog solo dopo che hai scritto questo post, che a quanto pare non doveva neanche essere qui. Casualità su casualità... ma dato il mio nick mi sento proprio a mio agio.

    Miao

    RispondiElimina
  2. Sai ci stavo riflettendo da inizio anno al gennaio e a quello che mi accade dal 2006. Anche per quest'anno sembra che Blinky e il suo cavaliere siano passati vicino a me.

    RispondiElimina
  3. bel nick! benvenuto da queste parti...


    ciao

    meg

    RispondiElimina