sabato 5 gennaio 2008

Romeo


Finalmente lho conosciuto! Il famoso sosia di Horatio!!!


E da diverso tempo che accadono episodi buffi: gira per la strada questo micio rosso molto socievole che viene puntualmente scambiato per Horatio, altro micione rosso molto socievole, ma che ha il divieto di uscire per strada.


E così mio fratello un giorno vede questo gatto rosso, lo scambia per Horatio e se lo porta in casa... il gatto rosso senza sbattere ciglio entra filato nel corridoio di casa, lo percorre per metà, poi decide che non ha voglia di fingere e se ne esce di nuovo.


Mio zio mi racconta di un incontro ravvicinato Horatio - Emma (la bassotta abbaiona) vinto da Horatio... incontro avvenuto nelle scale di casa sua... anche qui Horatio si è preso meriti non suoi.


Lultimo dellanno un amico di mio fratello addirittura fa arrivare il famoso micio rosso fino in casa, dove il gatto tranquillo tranquillo si serve delle ciotole dei gatti dei miei. Però stavolta è fornito di collarino con numero di cellulare e scopriamo che si chiama Romeo.


Pure il veterinario, che abita in cima alla nostra strada, mi ha parlato di lui...


Oggi finalmente conosco Romeo. Scendo dallauto e lui è seduto sulla soglia di casa di mia zia, placido e tranquillo come se stesse aspettando davvero il suo padrone per entrare con lui.


Dialogo tra me e Romeo:


"finalmente ti conosco!!! Ho sentito parlare tanto di te!"


maou mau mauo (è un chiacchierone unico! ma decisamente non posso confondere il suo miagolio con quello di Horatio, che sembra una corda di violino tirata tesissima tanto è acuto)


"ma non è vero che assomigli a Horatio! guardati lì, pelo con le righe più evidenti, testa tutta tonda... sei un bel micione, ma non è vero che gli somigli!"


maou mao mao!!


"no, non puoi entrare in casa, non è casa tua e di gatti rossi siamo già ben forniti stai qui fuori che è meglio"


mau mau!!!


E ho pure dovuto impegnarmi per tenerlo fuori!! E il classico padrone della strada. Ma non si è fatto accarezzare: pelo umido elettrizzato... non era il caso...


2 commenti: