lunedì 10 novembre 2008

Facebook


Giorni fa... boh, forse un mesetto, non ricordo... un amico mi ha trascinato su Facebook.


Sentivo parlare di questo sito da diverso tempo, so che è nato per "ritrovare" i vecchi compagni di scuola e università e so che ci bazzica tantissima gente, ma non mi interessava più di tanto.


Però ho seguito linvito e mi sono iscritta. A differenza di tante altre community, qui ci metti il tuo vero nome e cognome: lo scopo è di ritrovarsi e tenersi in contatto, quindi non ha ragione lesistenza di un nickname. E chiaro, lo fai consapevolmente, lo fai non certo per chiacchierare del più e del meno, ma per creare una rete di amicizie-conoscenze vera.


Dicevo che mi sono iscritta: la prima impressione nei pochi minuti successivi alliscrizione è stata "e ora? che ci faccio di questa pagina bianca?". Lamico mi ha esortato a cercare i miei amici... ma da dove parti?


Il sito ti chiede lanno di diploma e la relativa scuola dove lo hai conseguito e pure (se è il caso) lanno di laurea e la città dove ti sei laureata. Ora... a Ravenna (come immaginavo), in 4 gatti dellITC Ginanni si sono iscritti a Facebook... quindi il diploma lasciamolo lì dovè. Tanto gli ex compagni di ragioneria li vedo almeno una volta lanno, quelli che hanno piacere di ritrovarsi. Gli altri... se non vogliono venire alle cene non li cerco certo su Facebook!


E luniversità: io ero a Bologna e in Italia ben si sa che lanno di laurea è un numero più o meno a caso... e non è un criterio utile come forse può essere negli Stati Uniti o in altre nazioni...


Quindi? Beh, gironzolando con lITC Ginanni ho scovato un amico con cui ho fatto luniversità...


Poi con il mio cognome ho beccato mio fratello (e figurarsi!) e mia cugina che ora abita a Milano. E così comincio a pensare che può essere un modo interessante per tenere i contatti con lei. Che serva almeno a questo!


Attraverso lamico delluniversità scopro che esiste un gruppo che cerca di riformare la nostra vecchia associazione studentesca. In pochi giorni mi passano davanti alla faccia volti che non pensavo avrei mai facilmente reincontrato... che flashback!


In questi giorni di permanenza su Facebook ho potuto constatare che lo sport principale sembra il cazzeggio: esiste di tutto e di più, soprattutto di tutto in materia di "inutile". Un giorno ho annunciato ai miei che finalmente mi sono presa il cane dei miei sogni: una bella cucciola di corgi che ho chiamato Rosemary... OVVIAMENTE E VIRTUALE... giusto per dare unidea della profondità di certe applicazioni.


Però poi succedono cose come quella di ieri... Mi arriva un messaggio attraverso Facebook:


"Ciao! Ma sei tu quella che Economia a Bologna, che Peter il coniglio, che via del Borgo di San Pietro?"


E la mia vecchia compagna di stanza a Bologna... mi ha trovato attraverso Facebook... anche lei un po indecisa su come usare questo mezzo... stupita e emozionata


"si sono io! come sta tuo figlio Y?"


"Cara, cara, cara!!! Ma chi me lo doveva dire, a me, che venivo su sto Facebook e ti ritrovavo!!!
Che bello! Proprio di recente mi è ricapitata tra le mani la tua ultima lettera e mi era venuta una nostalgia...
Che bello! Mò recuperiamo un pò di tempo.
J sta benone, questanno ha cominciato le medie e... dorme sempre vegliato dal tuo orsacchiotto!!!
Baco, baci, baci e a presto!"


Ok, ho sbagliato subito il nome del bimbo... io con i nomi non ci azzeccherò mai (e poi lei ha scelto un nomino... vabbè  ).


Il gioco delle coincidenze vuole che non meno di 7 giorni fa io avessi per le mani le sue di lettere: quelle in cui mi raccontava i primi passi di J... non meno di 10 anni fa... cavoli ora va alle medie!!


Non potete immaginare lemozione che ho provato a ricevere un messaggio dal mio passato...


Se anche solo Facebook mi avrà permesso di contattare T dopo 12 anni che non abitiamo più in via del Borgo di San Pietro nella stanzina al sesto piano... sarà valsa la pena di essere entrata in questo immenso luogo di cavolate...


5 commenti:

  1. Sono proprio contenta per te. Io continuo a non nutrire grosso ineresse per questo mezzo, forse perchè non ho grande interesse a ripescare persone del mio passato. Ma mi sa che come ho iniziato a chattare, partecipare a ML, aprire un blog e finire in un forum (a caso) finirò anch'io lì.

    RispondiElimina
  2. che bello Meg!Cmq anche io ci sono da un mesetto, e ho ritrovato amici delle superiori che non sentivo da un po'...è carino...ma ancora lo devo scoprire bene.

    RispondiElimina
  3. Conosco benissimo via Borgo di San Pietro e ancora oggi ci bazzico spesso... sai c'è una bellissima fumetteria da quelle parti.

    Sono anch'io su facebook, ma non mi entusiasma poi più di tanto.

    Un saluto


    RispondiElimina
  4. A me inibisce il lasciare dati sensibili come nome e cognome messi in vista per tutti gli abitanti del...pianeta!

    No, dopo il tipo ossessivo su yahoo (e anche su skype) che aveva qualche problema con le persone chiamate come me...bè, me ne guardo!

    Ed infine, più che constatare che non avrei voglia come la Laura di ritrovare miei ex compagni di scuola, mi chiedo fin quanto potrei trovarceli! :-P

    RispondiElimina
  5. sui dati sensibili, non vorrei scoraggiarvi, ma nel web vengono lasciati in tanti e tali posti che oramai non mi faccio più paura a lasciarli in un luogo come Facebook... ma ognuno è libero di pensarla a modo proprio.


    @ dtarlo... LO SO LO SO CHE L'ALESSANDRO DISTRIBUZIONI è in via del Bordo di San Pietro!!! quanti soldi gli ho lasciato... e quanta bava di lingua su quel che non potevo comprare ;)


    ciao

    meg

    RispondiElimina