giovedì 9 luglio 2009

Oggi Mordo!


e con le maiuscole... ho talmente tante cose da fare e tanti scazzi dai quali cercare di distrarmi per concentrarmi sulle prime che incombono allavvicinarsi della scadenza.


e con un umore simile che faccio? mi metto a commentare gli amici su FB? sono proprio scema!


ci scommetterei, in una giornata normale sentirmi dire da un emerito sconosciuto


"è triste pensare ke ogni volta ke qlcuno cita la storia, la gente d FB pensi ad un film.. Quando il dito indica la luna.."


mi avrebbe fatto pensare "ma va..." e poi basta... non attacco mai briga nel web perchè è inutile e stupido...


però oggi Mordo!


e così mi è saltata la mosca al naso!


premetto, tutto è nato dalla frase di un amico: "Il vero coraggio consiste nel vivere e soffrire per ciò in cui credi." a cui io ho banalmente replicato "wow, suona tanto come "postumi da film pieno di grandi valori" :)"


lo so che è una frase storica, anche se non ricordo chi lha detta, ma santa pazienza!, FB è un luogo di banalità e soprattutto è un luogo di leggerezze e sentire critiche così "pesanti" per una cazzata di commento mi ha appunto innervosito... e ho replicato


"beh, prima di tutto i film non hanno mai inventato citazioni vere e proprie, ma hanno sempre pescato dalla storia... e poi le battute devono essere sempre viste come dissacranti?"


e cosa ho raccolto un "sei perdonata"... uhhhhhhhhhhhhhhhh


stavolta ho contato fino a 10 e non ho replicato!!!


ma ora mi prudono le dita.... perchè il tizio ha fatto unaltro commento dopo il perdono e nel suo commento che ha usato??? un bel "ke"!!!


meg stai zitta, meg non replicare, meg taci!!! meg lascia perdere chi si crede profondo... ohhhmmmmm 


4 commenti:

  1. uuuhhhh.che pruritooooo..io non ci sarei riuscita, anche perchè anch'io sto posizionata sul "grrr mode", e non riesco ad uscirne fuori...

    RispondiElimina
  2. Io avrei morso anche solo per come è digitata la frase, ma lasciamo perdere perchè oltre che innescare una bomba a mano rischieremmo di essere chiamate tardone...

    RispondiElimina
  3. Effettivamente avrei controbattuto con un: "prima di difendere la cultura della storia penserei a difendere la cultura dell'ortografia della lingua: "che" si scrive col ch."


    Solo che un borioso di tale portata non sarebbe in grado di capire, o meglio non credo avrebbe l'umiltà di chinare la testa.

    RispondiElimina
  4. Concordo sulla profondità, abissale,

    della sua ignoranza. Sul modo di scrivere sempre come se la vita fosse diventata un sms di quattordicenni, dico solo che dimostra la maturità ed i contenuti delle persone.

    Poi ci si meraviglia perche' i single sono in aumento...

    Per lavoro devo tollerare imbecilli e maleducati, per scelta ne faccio a meno.

    W i libri e le crocette

    Cetty

    RispondiElimina