mercoledì 4 aprile 2007

Evviva gli amici!


Sei in autostrada, bella tranquilla, al tuo fianco unamica con cui chiacchieri da 3 ore mentre raggiungi la tua meta.


Poi davanti a te le auto rallentano allimprovviso e tu con loro... ma quello dietro di te no... lui guidava correndo, lui non teneva la distanza di sicurezza, lui era così vicino a te che non ha potuto vedere che lauto davanti allimprovviso metteva i 4 lampeggianti e così...


si schianta contro il tuo retro... perdi il controllo dellauto per un secondo, ma qualcuno Lassù ti dà il sangue freddo a sufficienza per riprendere la situazione sotto mano, infilarti tra 2 camion e raggiungere la corsia di emergenza, fermarti e pensare "Oh mamma! sono viva! stiamo bene! Grazie!"


Tanto spavento niente danni fisici e solo danni allauto. Considerata la velocità, i TIR e tutto il resto, sicuramente Qualcuno era molto attento e ci ha protette.


Però cosa è brutto in questi casi? Che ti trovi a 200 km da casa e devi cominciare in fretta a pensare a cosa fare...


E qui gli amici entrano in gioco alla grande! Si, perchè a pochi km da dove è successo lincidente abita Mamigà. Tra laltro dovevamo fare in modo di incontrarci finito quel che io dovevo fare a Trieste... Le mando un sms e le dico quel che è successo, mentre aspettiamo i Carabinieri per i controlli del caso.


E quella cara amica ci raggiunge, ci porta a casa sua, ci scodella un caldo e rassicurante piatto di pasta mentre chiacchieriamo con Trippa di gatti, di cani e di conigli e mentre mio padre ci raggiunge per portarci a casa.


Una piccola oasi di tranquillità che è servita a rigenerarci!


E a dimostrare allamica in auto con me la potenza delle amicizie che si possono fare grazie a Internet!


Grazie Mamigà! Avrei preferito incontrarti in modo più tranquillo, ma non sai quanto sei stata daiuto questoggi!


1 commento:

  1. Caspita Meg, spero tutto ok...chissà che brutta esperienza. Mamigà è stata davvero una cara Amica.

    RispondiElimina