mercoledì 26 settembre 2007

Bambina dentro


Questa sera mi sento davvero infantile, ma non riesco a farne a meno.


Vorrei tanto che gli altri capissero quanto mi feriscono con frasi stupide che fanno parte ormai del loro vocabolario quotidiano... con atteggiamenti che per loro sono semplici recite, ma che a me fanno male dentro, come buttare sale su ferite che sono lì dalla mia infanzia.


Vorrei tanto che i miei familiari avessero impazzito un minimo per festeggiare il mio compleanno, invece di lasciarlo passare inosservato. Ero via, certo, mi sono arrivati sms, certo (e siamo onesti, pure una telefonata dal mio fratellino). Ma quando ho cercato di festeggiare in famiglia prima di partire, gli impegni sociali hanno avuto la precedenza sul mio desiderio e ora... beh, ora sono tornata a casa da 10 giorni e speravo che fossero gli altri a dirmi "passiamo qualche ora insieme" e non a dover essere io a cercarli... non per il regalo, ma per stare insieme...


Vorrei tanto imparare a dichiarare il mio bisogno di essere amata... ma non so fare... o forse ho solo paura di non essere capita qualora lo dicessi...


E così mi sento una bambina che piange nel buio di una stanza... e vorrebbe invece urlare... e basta...


1 commento:

  1. Meg, esprimi il tuo disagio, se non riesci direttamente, magari prova sotto forma di una battuta.. buttata lì quasi per caso.. non tenerti tutto dentro, non chiuderti a piangere al buio. Aiutali a crescere ed a capire i tuoi bisogni!!!

    RispondiElimina