martedì 17 luglio 2007

Tappetini


Dopo 6 anni di onorevole e decoroso servizio, alla conoscenza del settimo felino, il mio migliore tappetino del bagno ha deciso di cedere: da un giorno allaltro si sono cominciati a sfare gli orli e un tappetino che reggeva orgogliosamente ogni unghiata felina rimanendo bello, si è trasformato in uno straccio sfilacciato...


Daltronde lo capisco: è come se mi avesse detto "Senti, i primi 5 felini che ho conosciuto, tutto sommato si reggevano, ma gli ultimi due... loro sono davvero impegnativi! Una lho sopportata per 4 anni, ma ora sono in due... no, no! Io vado in pensione!"


E così ho comprato due nuovi tappetini, facendo sempre attenzione più alla loro resistenza fisica che non a "ciò che io desidererei davvero". Speravo di trovarne in tonalità blu, visto che il bagno ha delle piastrelle (orribili) celesti e ci sarebbero stati bene. Ma uno lho trovato, anche se non mi entusiasma, laltro che adoro per come è fatto, invece è rosa. Insomma... non sono completamente soddisfatta della spesa, ma penso che possano passare, per dei tappetini multiuso.


Si, perchè a casa mia il tappetino in bagno non ha come uso principale lassorbire gli spruzzi dacqua che io posso causare usando il bagno e preservare così il pavimento (che si sporca solo guardandolo... sgrunt!). No!


Il primo e vero scopo del tappetino da bagno di casa mia è quello di intrattenere i felini.


E un vero rito: ci si avvicina con grazia, osservando già da lontano il punto in cui la zampina toccherà il tappetino, mentre gli unghioli si estraggono e si appigliano ben bene al tessuto, gli occhi si socchiudono, la schiena si stende, le spalle si abbassano e si comincia a fare le unghie. Poi ci si stende sulladorato tappetino e per un po si osserva il mondo da lì. E la cosa la si fa soprattutto se io sono in bagno, possibilmente seduta in un certo posto: perchè io, da sola non posso andare in bagno. Non mi hanno mai detto cosa può capitare, ma deve essere grave...


Il gioco con il tappetino, invece è una cosa molto più seria, della semplice amicizia per farci le unghie. Sono convinta che se chiedeste a Birba quale è il suo gioco preferito, direbbe il tappetino. A proposito, il nuovo tappetino (quello rosa, per ora) ha riscosso tutti i successi che si merita: ci si fanno dei tunnel fantastici, ci si può arrotolare che è un piacere e quando lo abbracci, per dargli i calci e mordicchiarlo, la consistenza è quella ideale. Inoltre ha delle belle frangette luhge 7-8 cm che possono risultare ideali per fare gli agguati da dietro la porta.


Se sarete mai ospiti a casa mia, non vi aspettate che i tappetini in bagno siano stesi esattamente dritti davanti allelemento dove dovrebbero stare: Birba (e nei week-end Horatio) si sono presi limpegno di tenerli in ordine a modo loro: stesi non sono belli, meglio tutti appallottolati e magari in un angolo. Risultato di una serie di agguati con surf finale...


2 commenti:

  1. Il tuo tappetino del bagno ha la stessa identica funzione che ha il tappeto che sta sotto al lavello della mia cucina. Heidi ne ha fatto il suo miglior alleato di disastri in casa.

    A me non dispiacerebbe il bagno con le piastrelle azzurre. Un po' meno eleganti del mio verde forse, ma decisamente più allegre... I miei bagni li ho trovati già piastrellati così come sono, ma se avessi potuto scegliere io le piastrelle non mi sarebbero dispiaciute azzurre. Poi si sa, i gusti sono gusti...

    RispondiElimina
  2. anche io me lo sono trovato così fatto.

    il problema non è l'azzurro. sono le piastrelle che fanno schifo da sole. e poi se le guardi si sporcano! e non scherzo: quando lavi il pavimento devi fare ben attenzione a non far cadere una goccia di troppo, se no nell'asciugarsi si vedrà subito...

    io sono convinta che chi ha fatto il bagno abbia usato per il pavimento le piastrelle adatte al solo rivestimento verticale... quando sarò ricca rimedierò! ;)))

    RispondiElimina