domenica 4 novembre 2007

Come è nato il mio amore per i libri


Questa mattina ho scoperto una cosa della mia infanzia che avevo assolutamente dimenticato.


I miei genitori stanno facendo ordine in garage in questo momento e mia madre mi ha chiamato di sotto per verificare con lei cosa buttare via e cosa no tra alcuni libri che purtroppo sono stati rovinati anni fa quando le bottiglie di vino scoppiavano per il troppo caldo.


Tra i vari libri è spuntato Emil, di Astrid Lindgren, scrittrice svedese che nella mia infanzia ho semplicemente adorato (la foto qui a fianco è delledizione attuale del libro, il mio era brossurato, molto grande... tutta unaltra cosa).


Pretendevo di avere tutti i suoi libri perchè erano bellissimi. Per chi non lo sapesse, Astrid Lindgren è lautrice di Pippi Calzelunghe, forse lunico suo libro che non ho mai letto. Forse chi ha la mia età si ricorda Emil, perchè ne fecero un divertente serial televisivo di questo libro.


Ho preteso che nessun libro della Lindgren, rovinato che sia, venga buttato via! Sarebbe come gettare una parte di me. E mia madre è daccordo con me, quindi sono salva!


Ma mentre faceva una sporta di "tutti i libri da salvare" mi è caduto locchio sul disegno infantile fatto sulla copertina di Emil e ho chiesto "quale fu il fratello che mi fece quel disegno sul mio libro?".


Risposta "ah, no! Sei stata tu! In libreria, mentre tuo padre faceva la pila dei libri di Emil in vendita, tu dietro le sue spalle disegnasti Emil, e così ci siamo dovuti tenere il libro"


"ma quanti anni avevo?" "beh, doveva essere il 1973, circa, avrai avuto 3 anni!"


Conclusioni:


1 - con un disegno a 3 anni è nato il mio amore per una scrittrice e per i libri (complice mia madre e la sua libreria, ovviamente)


2 - a 3 anni disegnavo meglio di oggi: cavoli, quel disegno assomiglia davvero alla foto di fianco! Oggi sono messa peggio di allora


Nessun commento:

Posta un commento