lunedì 4 febbraio 2008

Gatti e organizzazione


Si sa... che i gatti hanno idee diverse da noi sul come deve essere impegnato il tempo, sia il loro tempo che il nostro.


Ad esempio: io questa sera mi sono organizzata, sono uscita circa mezzora prima dallufficio e sono arrivata a casa per portare Rommell a fare la sua ultima iniezione ricostituente. Ovviamente prima ho chiamato il veterinario per verificare che fosse disponibile.


Porca pupazzina! ho dimenticato di chiamare anche Rommell e chiedere dei suoi impegni!


Arrivata a casa Rommell usciva dalla sua "sala da pranzo" e mi ha guardato con fare sospettoso. Diceva tutto e precisamente diceva "tu! si vede che hai progetti diversi dai miei e sappi che non intendo cambiare i miei progetti per te!"


Io ho provato a fare finta di niente. Sono uscita in giardino, andata nellandrone e ho preso la gabbietta. Sono rientrata con molta calma e nonchalance, ho appoggiato con molta circospezione e senza fare nemmeno un suono metallico la gabbietta su una sedia e lho aperta con altrettanta calma e silenzio...


Ma Rommell, che dallalto della sua esperienza con gli umani maturata in quasi 15 anni di convivenza, aveva già trovato il modo di dileguarsi.


Lho cercato con laiuto di Horatio, che ovviamente mi aiutava: Horatio è ancora molto servizievole e disponibile con gli umani, Rommell non riesce a spiegargli bene che noi siamo solo "strumenti" per servire cibo e coccole...... e Rommell è pure stato così gentile da apparire un attimo, giusto quanto basta per far capire a me e a Horatio dove si sarebbe nascosto: un luogo chiaramente abbastanza visibile per farci capire che aveva vinto lui! Era visibile, ma non raggiungibile.


E così ho chiamato il veterinario e gli ho detto che la telefonata di prima era una finzione: non avevo chiesto il permesso a Rommell e quindi rimandavamo lappuntamento.


Ora... come posso spiegare ad un gatto altezzoso che non posso uscire tutti i giorni mezzora prima per vedere "se lui è disponibile ad uscire con me"????


Ah, felini!


2 commenti:

  1. utente anonimo8 febbraio 2008 19:49

    potresti offrirgli qualcosa in cambio...

    aono Elenamaria

    RispondiElimina
  2. eh, cara mia quasi omonima... non è così facile il signore! E' uno che ha un'esperienza di quasi 15 anni di convivenza con gli umani e non intende assolutamente dartela vinta...

    L'unica che vince qualche volta con lui sono io, ma lunedì scorso non è stato così...

    ciao

    meg

    RispondiElimina