giovedì 21 febbraio 2008

Voglia di evasione...


Come lanno scorso anche questanno comincio a volare con la fantasia e organizzare viaggi potenziali...


E il momento dellanno in cui il mio portafoglio è più sotto controllo che mai: fine anno e gennaio per me sono il periodo più dispendioso che mai, tra i regali natalizi, le bollette del gas, il bollo e lassicurazione dellauto, quel "simpatico" dazio che è il canone Rai (vorrei tanto poter pagare per i minuti di attenzione che dedico in un anno ai canali RAI...) e tante altre robette simili hanno prosciugato le mie finanze.


E anche il momento dellanno in cui so che non posso prendere ferie, permessi o altro...  già sto lavorando il sabato e prossimamente, forse già dal prossimo week-end sarò in ufficio anche la domenica. E questo almeno fino a luglio...


Quindi non mi resta che la fantasia. E così ecco che ho cominciato a volare immaginando come potrei impiegare i miei giorni di ferie a settembre.


Prima di tutto ho pensato al Sud della Francia... ci penso da una vita e così mi sono immaginata a farmi una settimana attorno a Tolosa o a Montpellier... borghi medievali, castelli, campagne stupende e un alberghetto fuori città, sulle rive di un fiume... molto invitante.


Poi... Dublino: Expedia.it mi ha stimolato a ipotizzare un volo e 6 notti in una capitale che vorrei vedere da sempre... sono dellidea che le capitali europee meritino almeno unintera settimana, senza mezzi di trasporto privati. Un primo giorno di ambientamento e poi, seguendo listinto che il primo giorno ti ha stimolato, un bel piano di visita turistica ideato giorno per giorno, a sentimento...


Poi ci sarebbe tanta voglia di un week-end lungo in Umbria: sono 4 o 5 anni che mi riprometto di visitare Città di Castello e non lo faccio. E vorrei tornare in un agriturismo che ho adorato...


Oppure un week-end lungo in Toscana: saranno altrettanti anni che dico che vedrò San Galgano e poi invece fino ad oggi niente...


Viaggiare con la fantasia, con obiettivi tutto sommato possibili e non con voli eccessivi, è molto bello. Ti fa sperare che il volo pindarico possa presto diventare realtà.


La verità è che di solito arrivo a fine periodo dichiarativo in cui sono solamente STANCA e le vacanze le farò in un luogo tranquillo, magari già conosciuto, senza fare troppi chilometri... giusto per ritemprarmi... sarà bello lo stesso, ma... beh, per ora non voglio fasciarmi la testa, voglio solo sognare i miei viaggi possibili...


Nessun commento:

Posta un commento