mercoledì 9 luglio 2008

Nuovi esperimenti


Continua il mio periodo "cucina fai da te": venerdì ho comprato per la mitica somma di 10 neuri una yogurtiera in un discount e ieri sera ho avviato il primo esperimento di yogurt.


Io vado da qualche tempo a yogurt di latte di capra: il latte vaccino mi fa male e gli yogurt di soja o latte di riso non mi piacciono (e lo dico in modo carino, la verità sarebbe più pesante e non è il caso).


Il latte di capra, oltre ad essere prodotto da un animale che mi è assai simpatico, è perfettamente tollerato dal mio intestino. Solo che... lo yogurt è capace di costare 3,50 euro per 2 vasetti, al naturale o con frutta (e per frutta intendo fragola: non trovo altri gusti).


Così quando ho visto la yogurtiera nel foglietto promozionale mi sono detta che per 10 euro lesperimento si può fare.


Al discount ho pure trovato un litro di latte di capra intero (ITALIANO) con il prezzo sotto i 2 euro (MIRACOLO!!). Considerato che alla Coop oramai ci litigo anche perchè il litro costa più della somma di 2 mezzi litri e il mezzo litro costa più del litro comprato al discount... direi che sicuramente farò altre file mischiata in mezzo a gente straniera per risparmiarmi un po di denari (è incredibile: ero lunica di madrelingua italiana escluse le cassiere!).


Ma torno al mio esperimento: le istruzioni sono banali. Un litro di latte e uno yogurt naturale con una scadenza abbastanza avanti. Purtroppo mi sono dovuta accontentare di una scadenza del 25 luglio perchè con prodotti di così poco mercato accetti quel che trovi e se lo trovi (e magari dì pure grazie di averlo trovato).


Ho dovuto rivedere un attimo le dosi: istruzioni sceme pretendono che in un contenitore della capacità di un litro tu metta un litro di latte + 125 ml di yogurt. Ma diciamo che non è un calcolo complicato da fare e ci sono arrivata senza piangere . Mescolare con cura, mettere il coperchio, attaccare la spina e lasciare in pace per 7-10 ore. Passate le ore di maturazione, mettere in frigo per unora prima di mangiarlo.


Ho barato: la curiosità mattutina era tale che dopo 30 minuti di frigo mi sono presa una mestolatina di yogurt e lho assaggiato: TALE E UGUALE A QUELLO CHE COMPRO!!!


Le istruzioni dicono che tenendo da parte una dose di yogurt, cercando di non far passare più di una settimana, si può continuare allinfinito a produrlo senza comprare nuovo yogurt. E soprattutto che dopo le prime 2 o 3 volte la flora batterica si stabilizza e migliora il gusto...


A me già piace così, quindi sono soddisfatta. 10 euro ben spesi.  Ah, pure Birba ha apprezzato. Merlino non ama lo yogurt e ci ha guardate con disgusto... vabbè.


Il prossimo esperimento della cucina fai da te potrebbe essere il tentativo di realizzazione di una sorta di dado vegetale casalingo che ho per le mani... ma devo avere più tempo e questo non è il momento giusto.


Nessun commento:

Posta un commento