venerdì 12 dicembre 2008

Certe giornate...


Vai a dormire già depressa perchè sai che la sveglia suonerà prima visto che hai bisogno di lavarti i capelli e la sera non avevi le energie per farlo...


Ti svegli addirittura un quarto dora prima del suono della sveglia... vabbè...


Dalle tapparelle non riesce nemmeno a filtrare un po di luce: la giornata sarà piovosa e grigia come le precedenti...


Quando esci da casa e metti il naso allaperto ti accoglie una bella pioggerella triste e subito la testa comincia a fare male... no, non male, quella sensazione noiosa che ogni tanto capita solo ad una parte della testa (stavolta il lato destro un po dietro la tempia)... una sorta di pulsare insistente... lumidità comincia a dare noia...


Arrivi in ufficio e pensi OH MAMMA! NON HANNO ANCORA CONSEGNATO LE CIALDE DEL CAFFE! Unaltra mattinata senza caffeina... sono già 2 giorni!


Sulla scrivania ti aspetta uno schifoso, nonchè bieco, lavoro: fare il punto della situazione di chi non paga e inviare lettere cattive in materia... lo fai già sentendo in bocca lamaro che ti arriverà quando chi riceverà comincerà a sputare incavolato, vuoi per telefono o vuoi direttamente in faccia a te, le sue ragioni del non pagare... si, caro, lo so, ma dobbiamo pagare gli stipendi anche noi... vabbè, è una storia che non devo certo spiegare qui...


Il mal di testa aumenta, la caffeina non arriva, ora piove addirittura contro la finestra del mio ufficio. E al piano sei pure sola... che depressione!


Accendi una candela allaloe che emana uno strano profumo che io definisco "di pulito" e comincia a migliorare leggermente lumore... almeno il mal di testa è meno pressante.


Poi arriva il caffè! BENEDETTO LOMINO DELLA CONSEGNA! Un bel tappo alla crisi dastinenza di caffeina: sorseggi la tua tazzina di caffè con una soddisfazione che già da sola è sufficiente migliorare lumore.


Poi ti contattano alcune amiche per mandarti messaggi di solidarietà... e queste cose scaldano sempre il cuore!


Infine arriva anche la pausa pranzo... arrivi a casa e ti becchi un "mi porteresti alle 3 dal medico per favore?"


"no, mamma, non posso: proprio alle 3 sono riuscita ad avere un appuntamento con una persona. erano 15 giorni che la inseguivo e devo proprio proprio essere in ufficio, mi spiace. se mi avessi chiamato in ufficio stamattina, avrei potuto organizzarmi diversamente. ma oramai non posso"


Fantastico! Un muso lungo, incacchiato come pochi ti si para davanti. Provi a dire "non potresti chiedere agli altri fratelli", lo sai che con i loro lavori fanno più fatica di te a prendersi qualche minuto... ma, PORCA MISERIA, anche chiederti per tempo se puoi non farebbe schifo... Lumore ripiomba sotto le scarpe...


Ok, arrivata in casa scopri pure che ti è arrivato il ciclo (allora lumore nero non è tutta farina del tempo atmosferico! anche gli ormoni femminili ci stanno mettendo del loro... wow che chimica!).


Quando fai per uscire e passi a salutare tua madre ti becchi un muso che sfonda i muri... "sono senza medicine" non dice anche che è colpa tua, ma si legge ovunque... così raggiungi lufficio davvero con una bile che gironzola su e giù per le viscere che ti mette nella migliore delle predisposizioni per lincontro delle 3...


Finito lincontro non sono ancora le 4, beh, puoi chiamare tua madre e renderti disponibile, così sistemiamo anche questa... "ho già fatto da sola!"


Ok, non sarà venerdì 13... ma è un venerdì davvero nero. Per fortuna sta finendo...


Stasera esco a cena con unamica... ma ammetto che tutte queste belle cose mi hanno un bel po spenta... però non rinuncio! Al limite mi sopporterà mentre enumererò anche a lei tutte queste lamentele


4 commenti:

  1. domani...per fortuna..è un'altro giorno!

    RispondiElimina
  2. "Onora il padre e la madre" e' uno dei comandamenti. Lungi da me l'idea di essere blasfema, sono piu' che convinta che Dio avrebbe dovuto prevedere anche un "Rispetta i figli". Troppe volte i genitori riescono a distruggerti giornate e vite con un semplice atteggiamento. Ti capisco perfettamente e conosco alla perfezione quel modo di farti sentire uno schifo anche quando non puoi assolutamente e si e' al limite grazie al loro rinviare tutto. Sono senza medicine e' un classico, se inventano un sistema di monitoraggio e rifornimento automatico mi ci abbono subito, costi quel che costi.

    Coraggio, se li conosci li...eviti? almeno per il tempo di ricaricarsi

    Baci

    Cetty

    RispondiElimina
  3. in PSV ci cambiano la macchinetta del caffè con una che fa anche la cioccolata.


    ho già richiesto una chiavetta e penso di fare per la quarta volta lo stesso ricamo ma variare la scritta con " a spot of...."

    RispondiElimina
  4. la cioccolata della nostra macchina del caffè (quella di sotto) fa fatica a fare schifo... ti auguro venga una cosa migliore!

    Io su caffè, thè e cioccolata sono molto esigente ;) e piuttosto che una roba schifosa sto senza... peccato che senza caffeina poi mi vengano le crisi (solo in ufficio però!) ;)

    RispondiElimina