sabato 13 maggio 2006

Anna ha 18 anni e si sente tanto sola
ha la faccia triste e non dice una parola
tanto è sicura che nessuno capirebbe
e anche se capisse di certo la tradirebbe

E la sera in camera prima di dormire
legge di amori e di tutte le avventure
dentro nei libri che qualcun altro scrive
che sogna la notte, ma di giorno poi non vive

E ascolta la sua cara radio per sentire
un po di buon senso e voci piene di calore
e le strofe languide di tutti quei cantanti
con le facce da bambini e con i loro cuori infranti

Ma da qualche tempo è difficile scappare,
cè qualcosa nellaria che non si può ignorare
è dolce, ma forte e non ti molla mai
è unonda che cresce e ti segue ovunque vai

E` la musica, la musica ribelle
che ti vibra nelle ossa
che ti entra nella pelle
che ti dice di uscire
che ti urla di cambiare
di mollare le menate
e di metterti a lottare

Marco di dischi lui fa la collezione
e conosce a memoria ogni nuova formazione
e intanto sogna di andare in California
o alle porte del cosmo che stanno su in Germania

E dice:"Qui da noi, in fondo, la musica non è male,
quello che non reggo sono solo le parole".
Ma poi le ritrova ogni volta che va fuori
dentro ai manifesti o scritte sopra i muri

Ed è la musica, la musica ribelle
che ti vibra nelle ossa
che ti entra nella pelle
che ti dice di uscire
che ti urla di cambiare
di mollare le menate
e di metterti a lottare


Eugenio Finardi non è il mio cantante preferito. Lo conosco poco, forse di lui conosco 2 o 3 canzoni, non tanto di più.


Però questa sua canzone è lideale per ciò a cui stavo pensando di scrivere oggi.


Intanto la cornice: sono in ufficio, sola soletta, ho davanti a me un week-end bello impegnativo: se non finisco entro oggi una certa cosa, dovrò tornare anche domani perchè è di quelle robe che puoi fare solo quando nessuno ti scoccia e durante la settimana lavorativa è tutta una telefonata, una domanda, un cliente, una collega, i titolari... giustamente, certo, ma mi impediscono di concentrarmi su certe cose.


Ma stare in ufficio da sola è anche bello: posso organizzarmi come voglio. Ho attaccato lIpod Shuffle al pc, e via di musica! Litfiba, Bon Jovi, Beethoven, Jazz dannata, Cindy Lauper, Anastacia, The Alan Parsons Project, Scorpions, Nirvana, Mia Martini, Art and Garfunkel... uno zibaldone fantastico, con tutto il mio amore matto per la musica. Si, perchè a me non piace mai soltanto un genere... io sono musicopatica e la musica che ascolto riflette spesso e volentieri il mio umore del momento, del secondo, dellistante.


Ma la cosa che volevo scrivere non è nemmeno questa... Quel che sto notando in questa splendida settimana di maggio: incasinatissima di lavoro da fare, con poche ore di sonno perchè proseguo con la mia insonnia iniziata un 3 settimane fa, con una certa ansia lavorativa del "non riuscire a finire tutto entro le scadenze", con la tensione delle colleghe che ti arriva a ondate il lunedì e il martedì e che miracolosamente il mercoledì si è spezzata in unarmonia piacevole, con il telefono che continua a imperversare, i clienti che fanno la fila dentro e fuori dalla porta per portarti i documenti, per fare domande, per avere cose... con i corsi da fare in videoconferenza, da fare a Forlì, con gli appuntamenti serali al pc per un saluto, due chiacchiere con gli amici prima di andare a nanna, mentre ognuno scrive la sua piccola traccia sul proprio blog... in questa splendida settimana che, nonostante gli innumerevoli casini lavorativi e non, è passata benissimo... non sono mai stata senza musica!


Quando sto bene, quando cioè riesco ad affrontare la vita quotidiana, bella incasinata come ogni vita quotidiana sa essere, senza farmi prendere dalla corrente della depressione, senza farmi sommergere dalle cose, ma galleggiandoci sopra, districandomi come meglio posso e mantenendo sempre un sottofondo di felicità e tranquillità anche quando in superficie sembra che non sia così... quando sono così positiva DEVO avere la mia musica vicino a me!


Quando sono depressa il silenzio è perfetto, mentre quando sto bene gironzolo tra un brano e laltro, tra una sinfonia delle più melodiche e classiche e un brano bello sparato di Hard Rock anni ottanta...


Purtroppo questo non posso farlo mentre lavoro durante la settimana: il massimo che ci concediamo è la radio, che non è nemmeno la mia preferita, ma si deve convivere in 12... non posso essere troppo despota... e così il sabato è tutto mio e si registrano fatture al ritmo di Money dei Pink Floyd, si lavora sui redditi con la voce roca di Pelù, che lascia il passo al pianoforte di Beethoven... peccato che sullIpod non avessi niente di celtico o di Mozart... nè Debussy... bisogna che mi ricordi per il prossimo sabato... o per domani...


E ora sotto con le fatture se no oltre che la domenica finisce che ci passo pure la notte!


Ah, canzone che non poteva mancare e che solo pochi possono capire... Gatto Matto di Angelini... ma questa è storia per un altro post...


7 commenti:

  1. E come dice il Liga in radiofreccia " la musica, la tua musica, non ti tradisce mai".


    RispondiElimina
  2. Meglio essere una ragazzo e una ragazza che si vogliono bene ad ascoltare bella musica che da soli. Duca

    RispondiElimina
  3. Beh, nell'attesa... io ballo da sola... meglio che starsene in un angolo a piangere!

    RispondiElimina
  4. Meg... lo sò che mi ripeto.. ma sei un mito ;-DDDD

    Mauro

    RispondiElimina
  5. Ciao! io le mie fatturine me le sò sparate stamattina..ero sola in ufficio e con un pò di musica il lavoro pare meno pesante..pensa più a te che la scadenza può attendere..la nostra vita no! Buon finesettimana! ;o))

    RispondiElimina
  6. hi there meg!!!! non te la prendere... ma in questo momento sto ascoltando la traccia numero 1 del nuovo album dei tool.... sai ti capisco perfettamente come ti senti.. anke per me la musica è veramente molto!!! ho 23 anni..e cantavo in un gruppo in cui adexo per una serie di motivi ho lasciato... è una scelta che ho fatto io.. ma sono felice di una scelta del genere... xò cmq ti rimane quella cosa.. senti la mancanza.. non mi esprimo piu come una volta... e la musica per me e sempre stato!!! io non compro dvd! o video gioki!! a momenti nn mi compro neanke vestiti nuovi!!! xke non riesco a fare a meno della mia musica!! e durante la settimana quando si va alavoro..è troppo triste sentirsi privati di una cosa di cui nn potevi fare a meno fin dall inizio...troppo figo e triste quello che hai scritto!

    RispondiElimina