martedì 6 giugno 2006

Metti una notte con poche ore di sonno per niente speciali…


Metti un risveglio anticipato da esigenze “interne”…


Metti un inizio di giornata diverso perché mia madre ha bisogno di essere accompagnata a fare terapia…


Metti che di conseguenza arrivi in ufficio che tutte sono già arrivate, con la montagna di cose da fare che già traballa e che si deve pure iniziare spostando un mobile…


Metti che la stampante di rete (che purtroppo non è scema) subodora che oggi è il suo ultimo giorno e decide di non stampare dalla contabilità…


… che la tastiera di un pc che ieri funzionava a perfezione oggi rompe davanti al titolare (mio padre che odia la tecnologia) e ad una cliente di quelle “i pc sono robe inutili e i loro malfunzionamenti rubano spazio al mio tempo prezioso”… che i telefoni decidano di non far sentire la nostra voce a chi ci chiama…


Metti che dopo un po’ a me cominciano a girare e sembro ancora più nera di quanto non sembrassi mezz’ora prima quando sono arrivata in ufficio…


Metti che mi tocca uscire di corsa dopo un’ora scarsa che sono in ufficio per andare a prendere mia madre dalla sua terapia…


 


E qui comincio a tornare piano piano in pace con il mondo… passaggio a livello fermo… incazzarsi è noto che non faccia velocizzare i treni… quindi, beh ne approfitto per sistemarmi i capelli con due ciappini, magari sembro più in ordine e meno effetto “post atomico”…


 


Non c’è troppo traffico e riesco ad arrivare da mia madre in fretta, intanto la radio mi racconta che oggi è il 06.06.06 e per la cabala è il giorno dell’apocalisse… beh, sono incazzosa, ma non da apocalisse… posso essere molto più incazzosa e soprattutto INCAZZATA… certo che bisogna trovarle tutte per parlare in radio… una canzone in più e due parole in meno?


 


Mia madre per fortuna si sente un po’ meglio, le chiedo se vuole fare colazione con me, ma preferisce essere lasciata a casa per prendere i suoi medicinali…. Così io vado a ritualizzare con un metodo che Laura conosce bene (per lei è fondamentale ogni mattina, a me serve solo quando devo fare pace con il mondo… o compagnia a qualcuno): cappuccino e pasta (io salata, Laura dolce)…


 


Poi, in quanto donna, per completare la pace con il mondo decido di ricorrere ad un metodo assolutamente provato e garantito: compere. Ovviamente in piccolo: non dovrei nemmeno farlo visto il mio portafogli… ma in edicola con poco più di 6 euro uno può comprarsi tanti sogni: una rivista che ti insegna a fare borse (ci sto pensando da 2 anni, che sia la volta buona?) e una piccola rivista di schemini a punto croce… la pausa pranzo forzata in ufficio sarà allietata da un’occhiata alle mie due riviste nuove.


 


Rientro in ufficio molto riappacificata, ma opto per un’ultima azione riparatrice: questo post sul blog. Mi sono ripromessa di non scrivere mai dall’ufficio, ma quando ci vuole ci vuole…


 


Ora speriamo di aver davvero bandito l’incazzosità dal mio umore… non ne ho bisogno: sono giornate già incasinate senza l’aiuto del malumore…


 


CIAO MONDO!!!


7 commenti:

  1. vedo che faccio proseliti con i miei riti mattutini...


    e si che ritualizzare è così pieno di solitudine....


    ROTFLOL


    Per chi non fa parte del consorzio menti unificate questo mesaggio è un po' criptico: non fateci caso...

    RispondiElimina
  2. Direi che è proprio un bel modo per reagire alle cose che partono male :)

    Coccolarsi ed amarsi dà sempre la spinta affinchè le cose girino nel senso giusto ;)


    mi piace proprio il tuo blog



    RispondiElimina
  3. Ho un rimedio contro il malumore che ho suggerito anche alla comune amica Laura... fragole al naturale immerse in cioccolata fondente fusa (carino l'accostamento di due particìpi, vero?).

    Naturalmente la cioccolata deve essere calda e le fragole vanno immerse una ad una e poi fatte sparire in un sol boccone... vedrai che aiuta


    RispondiElimina
  4. Mi associo alla spedizione al bar, per me caffè macchiato caldo e pasta rigorosamente al cioccolato. ci possiamo fare buona compagnia...

    Mamigà

    RispondiElimina
  5. @ LauraGDS ... ti dirò... è stato abbastanza solitario perchè l'argomento trattato al bar non era roba per me... ;)

    @ Jasmindecoulour sto cercando di ricordarmi ogni giorno che alle negatività bisogna agire subito e combatterla con ogni mezzo. Non è facile sconfiggerla e oggi non è che ci sia riuscita al 100%, ma almeno ho raddrizzato abbastanza una giornata partita male

    @ Fully53 per fragole e cioccolato bisogna:

    1° avere le fragole

    2° avere il cioccolato

    3° magari essere a casa perchè in ufficio non saprei come fondere il cioccolato... la stampante-fotocopiatrice fa un bel caldo, ma non così tanto... poi dovrei spiegare il perchè delle ditate sui documenti... no, escludo il tuo rimedio come scaccia malumore da ufficio

    @ Mamiga sei la benvenuta ai riti mattutini a base di caffeina e carboidrati

    RispondiElimina
  6. ragasse il rito mattutino è una cosa da 5 minuti sulle labbra e il resto della vita sui fianchi!

    RispondiElimina
  7. Ma che cinque minuti goduriosi! :D

    Mamigà

    RispondiElimina