giovedì 23 agosto 2007

Messenger


Una volta il messenger era per me un mezzo per chiacchiere e cazzeggi vari con tantissime persone. Economico, rapido e pratico. Un sacco di contatti e molte chiacchiere piene quasi sempre di aria...


Poi i contatti si sono "scremati": con chi piano piano ho stretto amicizia vera le chiacchiere sono diventate molto più interessanti, con chi si parlava solo di aria alla fine si è perso il contatto.


Devo inoltre dire che molte delle persone che contattavo anni fa non usano più i loro accounts, o li hanno cambiati e così il contatto si è perso... ma non erano amicizie... erano solo veri e propri contatti a distanza.


Con chi il contatto si è fatto ravvicinato il messenger è diventato un elemento indispensabile di comunicazione. Un saluto, un cazzeggio tra amici, un serio mezzo di comunicazione di emozioni, fatti o altro.


Oggi per me il messenger è questo: un forte contatto con gli amici a cui tengo. Gli altri sono sempre offline, o non ci parliamo più... oppure davvero non sono più qui tra noi e nemmeno il messenger potrebbe aiutarmi a raggiungerli...


E così oggi ho fatto finalmente pulizia e tanti nomi che apparivano sempre solamente grigi perchè sempre offline sono spariti del tutto.


Cancellandoli uno alla volta mi sono resa conto che di alcuni non mi è rimasto proprio nulla... Un nick al quale non riuscivo a collegare nessuna parola, nessuna idea del perchè fossimo stati in contatto tempo fa...


Mi sono resa conto, facendo questa operazione che, pur rimanendo una persona che ha la brutta abitudine di rimuginare anche sulle bazzecole e rimanendo anche una gran permalosa, insomma, pur conoscendo ancora vivi questi miei difetti, ultimamente riesco a liberarmi delle cose "morte" a cuor più leggero rispetto ad una volta. Riesco a buttare dietro alle spalle almeno un paio di cose ogni tanto senza stare troppo a rivangarle... alleluia!


Nessun commento:

Posta un commento