venerdì 25 maggio 2007

Del matrimonio ancora una volta... (e certamente non lultima!)


Allora, oggi è stata una giornata migliore, rispetto a ieri: come minimo perchè ovunque io sia andata avevo con me la mia fedele bottiglia da litro e mezzo di acqua... così non mi sono disidratata come ieri e quindi non ho perso le mie facoltà mentali.


Però stasera non ho voglia di raccontarvi di preparativi, intoppi, incomprensioni e ogni altra roba che caratterizza lorganizzazione di una cosa simile.


Stasera voglio farvi vedere dove si terrà il ricevimento di nozze. Il posto si chiama La Casa del Diavolo ed è una fattoria didattica. Le case in verità sono due: una è la casa del Diavolo vera e propria ed è stata ristrutturata e appunto adibita a fattoria didattica. E costruita su una vecchia torre di guardia di cui rimangono davvero poche tracce. La ristrutturazione è deliziosa e io sinceramente invece che lasciarla lì così la abiterei da subito!


Ecco La Casa del Diavolo:



Dietro a questa casa, a circa 150 metri, completamente immersa nel verde cè la Casa di Agnese, così chiamata perchè lì, qui fu girato il film LAgnese va a morire tratto dallomonimo libro. E una casa di campagna diroccata e in malarnese, ma molto affascinante. Allinterno sono stati allestiti a mò di mostra molti attrezzi contadini di una volta e ha un suo fascino davvero particolare. Nellaia antistante la casa si farà il ricevimento.


Ecco qui un paio di foto:








Il tempo sembra volgere al brutto per domani: dopo settimane di bel tempo e caldo asfissiante sembra che arrivi la pioggia. Sposa bagnata, sposa fortunata... beh, potrebbe essere proprio bagnata!


Se pioverà sicuramente non si potrà fare il rinfresco allaperto e ci si dovrà stipare un po dentro la Casa del Diavolo... vedremo...



2 commenti:

  1. Il posto è meraviglioso.. ma ancora non ci hai raccontato come è finita la storia dei cartelli! :-DDD

    RispondiElimina
  2. Beh, Trudy... diciamo che saprò la vera fine solo oggi...

    ieri ero così stanca e non solo fisicamente che non avevo voglia di rivangare i motivi di nervosismo.

    Perchè, avrò si promesso a me stessa e a mia madre di non fare polemiche ai futuri sposi, ma certe cose mi stanno seccando... saranno banalità, forse, però un minimo di organizzazione e tempismo... mica chissà cosa...

    RispondiElimina