giovedì 10 maggio 2007

Svalvolati on the road


Finalmente di nuovo al cinema! Guardare un film sul grande schermo è tutta unaltra cosa rispetto al televisore di casa. LO ADORO!!!


Però ultimamente non riesco ad andarci con la frequenza di una volta e così finisce che è da febbraio che non bazzico una sala cinematografica.


Ma questa sera si è rinnovato il rito del film in prima serata! La mia amica ed io ci siamo ritrovate sotto i cartelloni per decidere. Troppe scelte per lanciare una monetina: i titoli sono tutti uguali e diversi, tanto non so niente dei film attualmente in programmazione.


Locchio mi cade sulla locandina qui sopra (se ci cliccate, potete vederla ingrandita), che ovviamente davanti alla multisala riportava il titolo italiano "Svalvolati on the road". Riflessioni: sicuramente è un comico e io ho voglia di ridere... e poi il cast mi ispira e non poco...


Ci metto 2 secondi a convincere la mia amica, è bastata una parola "Travolta"  E bello conoscere i punti deboli delle amiche per sfruttarli in occasioni simili  A dirla tutta le piange un po il cuore per lasciare la possibilità di vedere un film con Ray Liotta, ma mi basta prometterle di andarci la prossima volta...


Avete in mente i bikers americani? Quelli tutti "machi" che percorrono le immense e lunghissime strade che collegano la East Coast con la West Coast? Quelli a cavalcioni di una Harley, con la polvere dei chilometri passati addosso, bandane in testa, sguardo da duri... si, quelli lì.


I bikers esaltati da film come Easy Rider, cantati in canzoni come Dead or Alive di Bon Jovi, usati come cattivi in moltissimi film di varia lega...


Proprio loro! Ecco... i protagonisti qui sono... uomini di mezzetà che sognano di essere bikers. Quando si incontrano rombano con i loro motori per la città, fino al bar dei bikers, dove possono prendersi una birra e sognare di essere "machi".


Ma questa volta il sogno deve diventare realtà: si salta in sella e si va verso la West Coast: in California!! Per vivere una vera avventura.


E... non posso raccontarvi la storia, perchè non è corretto. Il gusto di questi post è quello di farvi incuriosire e mandarvi al cinema o a nolegiare il DVD quando sarà disponibile.


Io posso dirvi che la storia merita la visione... che fortuna vuole ci fosse pure Ray Liotta, così la mia amica è stata pure felice (ogni tanto il folletto della fortuna ti aiuta e ti permette di fare pure bella figura con le amiche)... che è un film "viaggio" di quelli che fanno capire qualcosa ai protagonisti e li fanno crescere... grazie al cielo senza moralismi eccessivi e ridendo a crepapelle... che era pieno di frasi da citare e mentre le sentivo mi sono detta almeno 10 volte "questa devo ricordarmela", ma ovviamente me le sono dimenticate tutte... che una signora nellintervallo, mentre io realizzavo che mi stavo divertendo un sacco ha esclamato "non è proprio il mio genere" (mi sembrava me la volta che mi portarono a vedere Il Piccolo Diavolo: lunica che non rise durante la visione fui io)...


beh, basta... è ora di dormire, ci sarebbe stata bene una citazione dal film, ma come vi ho detto, non me ne ricordo mezza... quindi chiudo qui il mio post notturno e spero di avervi incuriositi un pochino.


3 commenti:

  1. la stessa scena dell'internvalli io la visis a 13 anni mentre vedevo Labirinth: alla fine del film una si alza su e dice " che scemata!" senza rendersi conto di tutto il lavoro che c'è dietro ad un film del genere. certo la signora scopa nel... che hai trovato tu non è da meno :)

    RispondiElimina
  2. Laura, non era una come dici tu. Lei ha semplicemente commentato con le persone con le quali era venuta che non era il suo genere. Io l'ho sentita soltanto perchè era dietro di me. Ma non si è lamentata o ha denigrato il film. Ha solo detto che non era il suo genere. Decisamente non una persona negativa, solo una che si è trovata a vedere il film sbagliato.

    RispondiElimina
  3. Ah allora è più simile a quando mi hanno portato a vedere Aprile di Nanni Moretti o dal tramonto all'alba di Tarantino: decisamente non il mio genere di film....

    RispondiElimina