lunedì 21 maggio 2007

Vegetare


Applicato agli esseri umani è un bruttissimo verbo, eppure in questo periodo dellanno è perfettamente applicabile a me la domenica.


Succede sempre quando sono sotto dichiarazioni dei redditi: tiro tutta la settimana tra orari impossibili, un sacco di cose da fare, il tempo che non basta, la sclero che avanza nelle colleghe (su di me ancora no, ma anche sopportare le zanne delle colleghe è roba che ti porta una notevole dose di stress), il non potersi permettere di stare male anche se qualche disturbo ce lhai, il lavoro che invece di semplificarsi ama complicarsi... il lavorare anche di sabato, magari ad orario continuato invece che fare la pausa pranzo, giusto per potersene andare a casa prima...


il risultato è che la domenica io cedo... non ci sono più per nessuno, tutti i malucci non considerati durante la settimana mi aggrediscono, possibilmente di notte, così dormo pure male... vorrei solamente dormire e vegetare.


e più o meno è quel che faccio... nel disperato tentativo di rigenerarmi per unaltra settimana di fuoco, come sarà da qui a fine luglio, in un crescendo di tensione lavorativa... cerco di rilassarmi, ma i maloretti non giocano a favore... cerco di fare solo lindispensabile e pure quello lo faccio male... con il risultato che la casa ha un certo non so che di "accampamento" che non è che io adori, ma non riesco a fare molto più del minimo vitale...


ogni tanto mi chiedo come farei se non fossi single. Forse la presenza di qualcuno accanto a me mi porterebbe a reagire un pochino, a essere meno "vegetale"... chissà... sicuramente il dover preparare da mangiare ad orari più o meno prestabiliti come minimo mi obbligherebbe ad un po più di attenzione ai dettagli...


ma quello che davvero mi dà fastidio è di sentirmi come se vivessi solamente per il lavoro... 6 giorni di lavoro, se non 7, un giorno di letargia (o nemmeno quello) e poi di nuovo lavoro... e così mi accorgo un bel giorno che siamo a luglio... sono passati 3 mesi e io nemmeno me ne sono accorta...


è la cosa che più odio del mio lavoro!


Nessun commento:

Posta un commento