domenica 9 luglio 2006

Grazie micioni


Stamattina alle 7 ho aperto gli occhi, mi sono alzata obbedendo a esigenze fisiologiche, poi... mi sono domandata quanta voglia avessi di fare una gita e mi sono risposta... sono troppo ko per gironzolare sola per gli appennini... meglio un po di relax casalingo, così ho aperto la porta ai felini e sono tornata nel letto (lasciando la porta aperta, tanto nella palazzina non cè nessuno e dalle scale non possono salire rumori).


Merlino è entrato subito (lui esce spesso di notte... fatti da gatti) e Birba è uscita pure lei subito (lei di notte, salvo imprevisti, non sta fuori e la mattina ha urgenza di svolgere le sue robe da gatta) e io me ne sono altamente fregata.


Dopo 5 minuti apro gli occhi e chi ho nel lettone? Merlino e Birba: hanno deciso che io avevo bisogno di compagnia e la porta aperta non li stimolava poi più di tanto. Birba ronfava con le sue fusa molto forti e sonore, mentre Merlino... beh, Birba ed io ci siamo dovute sorbire un Merlino in regressione infantile per una decina di minuti. Se ne sta tutto rigirato sulla pancia, fermo alcuni secondi, poi un "mrrr" e si srotola da una parte cercando ci convincere Birba a giocare. Ma Birba è di altre idee e così si allontana con garbo. Allora ci prova con me, e io lo coccolo con la voglia di una che sta già dormendo o almeno la testa è convinta di dormire, quindi alla mano non dà tanto vigore... così Merlino si rivolge di nuovo a Birba... Birba questa volta, sempre con garbo, si alza, gli porge le terga e si riaccoccola per dormire... dimenticandosi però che la coda che sbatte può essere molto interessante per un gattone che vuole a tutti i costi giocare... così dopo due zampatelle è costretta a incollarsela lungo i fianchi, stringere gli occhi per concentrarsi nellinseguimento del sogno perduto e fare finta di niente.


Per fortuna che poi si è deciso a dormire pure lui e così tutti e tre abbiamo potuto impegnarci bene in un bel sonno corale fino a quasi le dieci... che relax!


Grazie micioni per la compagnia


Nessun commento:

Posta un commento