lunedì 3 luglio 2006

La prima stella della sera


Sdraiata sulla mia sdraio in balcone, un cornetto in mano da gustare lentamente, un leggero venticello che muove i panni stesi qui a fianco a me e che mi dividono dal resto della città, come un paravento, le voci di alcuni vicini che arrivano come attutite, le zanzare che mi girano attorno (ma non danno noia, miracolo!), i grilli che cominciano ad accordare le loro ali per le serenate notturne, il cielo sopra di me, il pezzetto che vedo, è tra lazzurro e il blu, quasi turchese, ma spento perchè la luce sta cedendo spazio alla notte.


E la prima stella che vedo brillare è un piccolo diamante incastonato nel blu, brilla tenue, sembra un pezzetto di vetro, non ha ancora il fulgore che hanno le stelle nel nero cielo notturno.


Passa un aereo e la sua lucetta lassù lampegga ad intermittenza disegnando la sua traettoria molto lentamente.


Gli ultimi uccelli diurni si affrettano a rientrare nei loro ricoveri.


Il gelato finisce, ma la pace del mio angolo di città è ancora intatto. Nemmeno un treno passa a rovinarlo.


Finisce che questanno per la prima volta in vita mia amerò lestate.


2 commenti:

  1. meg ci leggo taaaaanta tristezza in questo post!!!!


    :)))))))))


    :PPPPPPPPPPP

    RispondiElimina